Home»News»Autonomia solare di 56 km, i risultati dei test della Toyota Prius fotovoltaica

Autonomia solare di 56 km, i risultati dei test della Toyota Prius fotovoltaica

0
Condivisi
Pinterest Google+

Autonomia solare di 56 km, i risultati dei test della Toyota Prius fotovoltaica

Benedetto sole: i dati raccolti con la sperimentazione della Toyota Prius fotovoltaica sembrano incoraggianti. Nelle giornate di bel tempo l’autonomia solare della vettura rivestita di specifici panelli può raggiungere i 56 chilometri. Si tratta di una percorrenza in grado di garantire una buona parte degli spostamenti quotidiani di centinaia di milioni di persone.

La percorrenza media giornaliera americana è di 47 km

Un automobilistica americano medio, ad esempio, si ferma a 47 chilometri. La Toyota Prius fotovoltaica – il cui sviluppo viene portato avanti nell’ambito di un progetto incentivato dal governo – potrebbe rappresentare la vera rivoluzione. Sopratutto in paesi baciati dal sole: ve ne viene in mente qualcuno in particolare? Magari lo stesso in cui si sfruttano solo in minima parte le potenzialità dell’eolico…

Pellicole solari Sharp mutuate dall’ingegneria aerospaziale

I pannelli sviluppati dalla nipponica Sharp, quartier generale a Osaka, sono stati impiegati dagli tecnici di Toyota che hanno “foderato” la macchina. Le soluzioni fotovoltaiche mutuate dall’ingegneria aerospaziale sono state installate sul tetto, sul cofano, sul lunotto posteriore ed anche sullo spoiler con lo scopo di contabilizzare quanta energia possono generare. Si tratta di “pellicole” sottilissime di meno di 3 millimetri di spessore, anche se gli attuali pannelli sfiorano il centimetro perché è necessario tenerli separati dal corpo della vettura. Il risultato è incoraggiante, anche perché anche in questo campo la tecnologia si sta affinando.

La Toyota Prius fotovoltaica è meno efficiente quando fa troppo caldo

E consente perfino di sognare di fare a meno dell’opzione plug-in. Per il momento, tuttavia, la Toyota Prius fotovoltaica “soffre” nei giorni nuvolosi e perfino quando è troppo caldo. Le batterie per immagazzinare l’energia comportano un sovrappeso di 80 kg oltre alla perdita di volume nel bagagliaio. Il costruttore offre già oggi la Toyota Prius fotovoltaica in versione plug-in. Attualmente l’adozione di questa soluzione vale “solo” qualche chilometro in più. Secondo Satoshi Shizuka, il responsabile del progetto solare, la commercializzazione è ancora “ad anni di distanza”.

Articoli precedente

In vetrina a Coverciano la Fiat 500X Sport, crossover ad assetto ribassato

Articolo successivo

Nuova puntata TV: si ricomincia dal Salone di Francoforte