Home»News»Toyota RAV4 Plug-in, il suv con 95 chilometri di autonomia a zero emissioni

Toyota RAV4 Plug-in, il suv con 95 chilometri di autonomia a zero emissioni

1
Condivisi
Pinterest Google+

In Giappone è cominciata la commercializzazione della nuova Toyota RAV4 Plug-in, che nel ciclo di omologazione domestico è accreditata di una percorrenza impressionante: 95 chilometri. L’autonomia complessiva raggiunge addirittura i 1.300 chilometri. Il suv ibrido alla spina ha 306 CV, una potenza mai raggiunta prima d’ora (finora arrivava al massimo a 269 con il motore da 3.5 litri, peraltro non offerto in Europa).

Più efficienza grazie al climatizzatore con pompa di calore

La Toyota RAV4 Plug-in monta una versione ottimizzata del benzina da 2.5 litri in grado di garantire 177 CV e 219 Nm di coppia. Lo spunto da 0 a 100 km/h avviene in 6 secondi. Per razionalizzare la percorrenza, gli ingegneri sono intervenuti sul climatizzatore, riprendendo quello della Prius. Il sistema lavora con una pompa di calore, sottraendo quindi meno energia alla batteria. L’accumulatore agli ioni di litio è dal 18,1 kWh. La potentissima Toyota RAV4 Plug-in arriverà anche in Europa nel corso della seconda parte dell’anno.

La Toyota RAV4 Plug-in arriva in Europa dopo l’estate

È altamente improbabile che nell’omologazione continentale riesca a confermare la stessa percorrenza, ma di sicuro è un suv al quale prestare attenzione. Anche perché sarà a listino sia a due sia a quattro ruote motrici, con l’asse posteriore supportato dal solo motore elettrico. Fra i possibili limiti (ma ci sarà da attendere le informazioni ufficiali) ci sono il recupero dell’energia ad un solo livello e la ricarica monofase. Significherebbe che la RAV4 Plug-in non potrebbe venire rifornita dalle colonnine “rapide”. Difficile immaginare che il prezzo sia inferiore ai 50.000 euro.

Articoli precedente

Le quotazioni lievitano: Eni e Tamoil rincarano benzina e diesel

Articolo successivo

Fiat 500 "la Prima", la berlina modaiola a batteria in edizione numerata