Home»News»TRANSPOTEC 2006/ Nessun rispetto per i giornalisti

TRANSPOTEC 2006/ Nessun rispetto per i giornalisti

0
Condivisi
Pinterest Google+

MILANO – “Non saranno purtroppo previsti al Transpotec posteggi riservati alla stampa”. Così gli organizzatori del Salone milanese hanno risposto a una nostra precisa richiesta in merito all’ubicazione di spazi di parcheggio auto riservati ai giornalisti. Un totale di 220mila metri quadrati di superficie espositiva, di cui160mila coperti e 60mila scoperti, nessun posteggio per le auto dei giornalisti. L’edizione 2006, la prima nel nuovo polo fieristico di Milano, del Salone internazionale delle tecnologie, dei trasporti su strada, dei servizi intermodali e della logistica, parte con il piede sbagliato. Nell’organizzare gli spazi di quello che è a tutti gli effetti uno degli appuntamenti più significativi nel mondo dei trasporti e della logistica, non si è minimamente tenuto conto delle esigenze dei giornalisti, ovvero di chi, divulgando informazioni e facendo comunicazione, svolge un ruolo professionale indispensabile per la divulgazione e la discussione delle complesse tematiche che ruotano attorno a uno dei settori trainanti dell’economia mondiale. Gli organizzatori del Transpotec non hanno previsto nessuna area adibita a parcheggio per gli operatori dell’informazione, che si vedranno costretti ad affrontare inutili e dispendiose difficoltà di spostamento e quindi a rallentare il loro lavoro. Eppure, il nuovo polo fieristico ha tutte le carte in regola per essere al passo con i tempi e con le complesse esigenze organizzative e gestionali che un moderno Salone espositivo richiede. A complicare ulteriormente le cose, c’è la presentazione ufficiale del Transpotec, prevista per domani alle ore 11, cioè a ridosso delle festività pasquali e quindi in un momento “poco indicato” per dare il necessario risalto a un importante appuntamento internazionale. Come del resto è “poco indicato” il periodo di svolgimento del Salone stesso, dal 27 al 30 aprile, ovvero, ancora una volta, troppo in concomitanza con la Pasqua e con le altre festività del 25 aprile e del 1° maggio.

Articoli precedente

EVENTI/ Il Salone dei Trasporti per il secondo anno a Rimini

Articolo successivo

MERCEDES-BENZ/ La Stella sbarca nel mondo della vela