Home»News»Ultimi ribassi del 2018: le compagnie guadagnano sul calo delle quotazioni

Ultimi ribassi del 2018: le compagnie guadagnano sul calo delle quotazioni

0
Condivisi
Pinterest Google+

Ultimi ribassi del 2018: le compagnie guadagnano sul calo delle quotazioni

Almeno per quanto riguarda la benzina, il 2018 si chiude per gli automobilisti meglio di come era cominciato: gli ultimi ribassi sono di IP e Italiana Petroli. Le sforbiciate delle due sigle seguono quelle di Eni e Tamoil contabilizzate quattro giorni fa, prima del fine settimana. Ad eccezione dei tagli del Cane a Sei Zampe, che ha ridotto i listini consigliati di benzina e diesel di 20 millesimi al litro, le altre correzioni sono state di 1 cent al litro. Del resto le quotazioni hanno continuato a scendere, anche se i benefici sono risultati meno evidenti per i consumatori.

In 12 mesi le quotazioni sono scese del 24 e 14%, ma alla pompa solo la verde è calata (-7%)

Sul mercato del Mediterraneo l’ultima giornata di contrattazione è stata archiviata con mille litri di benzina a 303 euro (-8). Il diesel si è attestato a quota 367 (-12). Un anno fa i livelli erano significativamente superiori: 399 e 425 euro. “Tra il 29 dicembre 2017 e il 28 dicembre 2018 – informa Staffetta Quotidiana – la quotazione della benzina ha perso il 24%, quella del gasolio il 14%”. Al netto delle tasse, invece, il prezzo medio nazionale alla pompa della verde in modalità self è calato tuttavia solo del 7%, quello del gasolio è addirittura del 3%. Insomma: le compagnie hanno trattenuto ben più dei “normali” margini, anche sa va detto che il deciso calo delle quotazioni è avvenuto nelle ultime settimane.

Ultimi ribassi, ma in un anno il diesel è addirittura aumentato

Le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ hanno continuato a calare sulla scia degli ultimi ribassi. Ecco le più recenti paragonate anche con quelle dell’inizio del 2018. Benzina self service a 1,505 euro al litro (-7 millesimi: 1,552 lo scorso 2 gennaio, pompe bianche 1,493). Diesel self service  a 1,438 euro al litro (-7 millesimi: 1,416 lo scorso 2 gennaio, pompe bianche 1,424). Benzina servita a 1,634 euro al litro (-7 millesimi: 1,670 lo scorso 2 gennaio, pompe bianche 1,542). Diesel servito a 1,567 euro al litro (-8 millesimi: 1,537 lo scorso 2 gennaio, pompe bianche 1,472). GPL a 0,654 euro al litro (-2 millesimi, pompe bianche 0,643). Metano a 0,996 euro al chilogrammo (invariato, pompe bianche 0,983).

 

Articoli precedente

Il nuovo Toyota RAV4 debutta sugli sci: in Italia è solo Full Hybrid Electric

Articolo successivo

Codice della Strada, il Governo aggiorna il costo delle multe del 2,2%