Home»News»Quarta trimestrale positiva per Tesla. Che costruirà una fabbrica in Texas

Quarta trimestrale positiva per Tesla. Che costruirà una fabbrica in Texas

0
Condivisi
Pinterest Google+

L’ora di Tesla e di Elon Musk è scoccata nel momento più difficile per i costruttori “tradizionali”: la società californiana ha chiuso il trimestre con un utile di 104 milioni di dollari, circa 90 milioni di euro. Si tratta del quarto risultato positivo consecutivo, che contribuisce a spiegare il rally in Borsa: +280% dall’inizio da gennaio in poi.

La capitalizzazione ha superato anche i 300 miliardi di dollari

La capitalizzazione ha anche superato i 300 miliardi di dollari. La trimestrale ha superato ampiamente le previsione degli analisti. Da un anno a questa parte, insomma, non ci sono più stati parziali in rosso. Il dato è importante perché è stato conseguito durante l’emergenza sanitaria globale che ha affossato il bilanci di altre case. Ed è importante per Tesla e per Musk perché il secondo trimestre del 2019 era stato archiviato con un passivo pesante. La società californiana ha confermato l’obiettivo del mezzo milione di consegne per il 2020, ma in caso di nuove chiusure i piani verranno rivisti. Il numero uno di Tesla ha anche ufficializzato che la seconda fabbrica americana sorgerà in Texas, stato che ha così vinto quello che sembrava un ballottaggio con l’Oklahoma.

Ad Austin Tesla produrrà il Cybertruck, la Model 3 ed il Semi

Austin ha battuto Tusla: il sito sorgerà sulle rive del fiume Colorado. E sarà uno stabilimento da “splendido”, ha garantito Musk. L’investimento sarà di circa un miliardo di dollari. L’insediamento comporterà anche la creazione di 5.000 posti di lavoro. In Texas tesla fabbricherà non solo la Model 3, ma anche l’annunciato Cybertruck e la motrice Semi. Quello texano sarà il secondo stabilimento produttivo automobilistico americano, dopo Fremont. In Nevada vengono fabbricate batterie, mentre da New York arrivano soprattutto sistemi fotovoltaici. In Cina è stato aperto quello di Shanghai mentre a Berlino, in Germania, sono cominciati i lavori per l’edificazione della prima Gigafactory europea.

Articoli precedente

SsangYong: la prima Suv elettrica entro metà 2021

Articolo successivo

Dacia Duster Gpl: con il nuovo 1.0 tre cilindri è anche meglio