Home»News»Unione Europea, mercato rallenta e cresce “solo” del 2,9%. FCA a +8,6%

Unione Europea, mercato rallenta e cresce “solo” del 2,9%. FCA a +8,6%

0
Condivisi
Pinterest Google+

Nei paesi dell’Unione Europea in ottobre sono state immatricolate 1,105 milioni di auto nuove, cioè il 2,9% in più rispetto allo stesso periodo del 2014. Da inizio anno la crescita è più significativa: +8,2% (11,524 milioni). Se sia stato il dieselgate a rallentare l’espansione dei volumi o la dinamica dei giorni lavorativa lo si vedrà nei prossimi mesi. Per l’Italia i segnali sono positivi: non solo perché il mercato nazionale è cresciuto in ottobre dell’8,6% e del 14,7% da inizio anno, ma anche perché Fiat Chrysler Automobiles va meglio della media. Secondo l’ACEA, nell’Unione Europea, FCA ha consegnato in ottobre l’8% di veicoli in più ed il 13,2% in più tra gennaio e ottobre. La quota di mercato è passata sia nel mese sia su base annua dal 6 al 6,3%. Fiat ha messo a segno un balzo dell8,7% in ottobre e del 10,6% in dieci mesi, mentre Jeep del 74,4% e del 156,1%.

Volkswagen è stata penalizzata per il momento solo in parte dallo scandalo sulle emissioni dai clienti dell’Unione Europea: il marchio ha ceduto lo 0,2%, mentre il gruppo è scivolato dello 0,5%. Audi (+4,1%), ma soprattutto Porsche (+13,9%) presentano saldi positivi. Porsche ha già reso noto di aver superato nei primi 10 mesi del 2015 le vendite di tutto il 2014, che erano state 189.849. Lo scorso mese i brand premium (e anche aspiranti tali) sono stati premiati dal mercato: BMW +13,7%, Mercedes +10,8% (smart addirittura più 215%), Jaguar +92,1%, Land Rover +19,4% e Mazda +34,3%. Da inizio anno i brand “in rosso” sono pochi, ma tra questi ci sono le italiane Lancia e Alfa Romeo, oltre a DS, Chevrolet (che si ritira all’Europa Occidentale) e Honda. Fra i singoli mercati, solo Lussemburgo, Estonia e Austria hanno contabilizzato una contrazione delle vendite in 10 mesi.

Articoli precedente

Rupert Stadler succederà a De Silva alla presidenza di Italdesign

Articolo successivo

Carburanti: ribassi Totalerg, rincaro Esso