Home»News»Ford e GM tagliano l’occupazione negli USA, Volkswagen crea lavoro

Ford e GM tagliano l’occupazione negli USA, Volkswagen crea lavoro

0
Condivisi
Pinterest Google+

Ford e GM tagliano l’occupazione negli USA, Volkswagen crea lavoro

Mentre i costruttori americani General Motors e Ford riducono l’occupazione, uno europeo, Volkswagen, creerà nuovi posto di lavoro negli Stati Uniti. Il colosso tedesco ha sicuramente qualcosa da farsi perdonare e quasi certamente non è indifferente alle minacce di Donald Trump di penalizzare l’import di auto con pesanti dazi.

Investimento di 800 milioni di dollari per produrre auto elettriche

Volkswagen ha ufficializzato che investirà 800 milioni di dollari (700 milioni di euro) nello stato del Tennessee. Più precisamente a Chattanooga, dove amplierà lo stabilimento esistente. L’operazione dovrebbe comportare la creazione di 1.000 nuovi posti di lavoro diretti, senza contare l’indotto legato alla filiera. Il sito dove attualmente viene fabbricata tra le altre anche la Passat yankee produrrà i prossimi modelli elettrici della gamma I.D. A partire dal 2022 il primo sarà il suv attualmente noto come I.D. Crozz. In seguito toccherà al van a zero emissioni I.D. Buzz. Entro il 2025 Volkswagen punta a raggiungere una capacità produttive elettrica di un milione di veicoli l’anno.

Volkswagen nel Tennessee e Bmw nel South Carolina

Per la Germania – i cui costruttori premium erano stati oggetto degli strali di Trump – l’investimento rappresenta un passo importante. Anche dal punto di vista dell’immagine, soprattutto a fronte dei piani di licenziamenti annunciati da Ford e General Motors. Nel 2018, ha comunque fatto sapere la VDA, l’associazione dei costruttori tedeschi, negli Stati Uniti le aziende associate hanno occupato 118.000 persone, 8.000 in più rispetto al 2017. E Bmw, che a Spartanbug (Carolina del Sud) ha il proprio stabilimento più grande, è il primo esportatore di auto degli Stati Uniti. E oggi c’è grande attesa per la conferenza stampa congiunta di Ford e Volkswagen: le due società renderanno noti i dettagli della loro cooperazione.

 

Articoli precedente

La prima immagine della nuova berlina elettrica della cinese Geely

Articolo successivo

La "fiera" della Bugatti: EB 100 SS, Veyron e Chiron all'asta a Parigi