Home»News»Volkswagen Tiguan: evoluzione di sostanza

Volkswagen Tiguan: evoluzione di sostanza

0
Condivisi
Pinterest Google+

La Volkswagen Tiguan presenta un’importante evoluzione. Operazione mirata a rafforzare gli indici di gradimento della Suv tedesca, uno dei modelli più venduti al mondo. Ad oggi ne sono stati prodotti oltre sei milioni di esemplari. Con circa 911.000 unità, nel 2019 è stato di nuovo il modello più richiesto del marchio e di tutto il Gruppo Volkswagen.

Tutti i comparti tecnologici si sono evoluti in misura significativa: la Volkswagen elettrifica la Tiguan dotandola di un nuovo propulsore ibrido plug-in (potenza di sistema: 245 cv). Un’altra novità è rappresentata dal debutto del modello Tiguan R, spinto da un potente TSI da 320 cv.

Gli esperti in materia di performance della Volkswagen R hanno inoltre sviluppato per il modello top di gamma ad alte prestazioni una nuova trazione integrale, con torque splitter. Non solo: stando alle comunicazioni ufficiali, l’adozione del twin dosing ha reso i propulsori Turbodiesel TDI tra i motori a combustione più puliti a livello mondiale.

Volkswagen Tiguan

Importanti step evolutivi anche per l’assistenza. Col nuovo Travel Assist, ora, la Tiguan è in grado di viaggiare in modalità assistita fino a una velocità di 210 km/h. Inoltre, tramite i sistemi di infotainment di ultima generazione MIB3, l’auto offre una gamma completamente inedita di servizi e funzioni3 online a bordo. Nuovo è anche il sistema audio3 da 480 Watt dello specialista del suono Harman/Kardon. Particolarmente futuristi i fari Matrix IQ.LIGHT3.

Come i modelli precedenti, la nuova Tiguan si prefigge di risultare una vettura multiuso. Una Suv con peso rimorchiabile fino a 2,5 tonnellate, in grado di affrontare con disinvoltura qualsiasi situazione di guida. Dal punto di vista estetico, l’aggiornamento risulta evidente osservandone, tra l’altro, il frontale ridisegnato.

Klaus Zyciora, Responsabile Design del Gruppo Volkswagen: “Per quanto riguarda la parte anteriore, con l’adozione della nuova calandra l’immagine ricorda modelli più grandi come la Touareg o l’Atlas Cross Sport nordamericano. La nuova Tiguan ora appare ancora più forte”.

Il cofano motore è stato rialzato, mentre la nuova calandra, che ospita i fari con tecnologia Led, è caratterizzata da una maggiore larghezza. Al centro è stato integrato il nuovo emblema VW. Anche gli incisivi paraurti presentano un design inedito. Nella parte posteriore spicca al centro, sotto il logo, la scritta Tiguan; la scritta 4MOTION posteriore per le versioni a trazione integrale è stata a sua volta ristilizzata.

Volkswagen Tiguan

Articoli precedente

Tesla sorpassa anche Toyota, in Borsa vale quasi dieci volte il suo fatturato

Articolo successivo

Arriva la Suzuki Across, il suv plug-in nato dalla cooperazione con Toyota