Home»News»Waymo (con la Pacifica) autorizzata ad offrire servizi a guida autonoma

Waymo (con la Pacifica) autorizzata ad offrire servizi a guida autonoma

0
Condivisi
Pinterest Google+

Waymo (con la Pacifica) autorizzata ad offrire servizi a guida autonoma

La guida autonoma targata Waymo va avanti a tutta velocità. Bloomberg scrive che la società ha ottenuto in gennaio dallo stato dell’Arizona le licenze necessarie per offrire formalmente i primi servizi. La notizia arriva pochi giorni dopo l’accordo con Uber per la cessione dello 0,34% del capitale.

Il contenzioso tra Waymo e Uber è arrivato in tribunale

Il controvalore sfiorerebbe i 250 milioni di dollari. Questa operazione dovrebbe semplificare la chiusura del “contenzioso” (il processo è appena cominciato) tra Waymo e Uber, accusata dalla controllata di Google di aver “sfilato” tecnologie per la guida autonoma. A fine gennaio, inoltre, l’azienda ed FCA avevano ufficializzato l’estensione di un’intesa sui veicoli da impiegare. Il gruppo italo americano fornirà migliaia di nuove Chrysler Pacifica a Waymo per supportare le attività a guida autonoma. Il numero esatto dei modelli relativi all’intesa non era stato ufficializzato: finora erano 600.

Guida autonoma della controllata di Google “in vendita” entro l’anno

In una mail di risposta a Bllobmerg, la società ha precisato che “stiamo sperimentando le nostre auto a guida autonoma ancora nella città di Phoenix e dintorni”. “Intraprendiamo tutti i passi necessari per trasferire su strada i nostri servizi commerciali già nel corso di quest’anno”, riferisce l’agenzia a proposito della nota di Waymo. Ruth Porat, numero uno delle finanze di Alphabet, proprietaria di Google, ha anche fatto sapere che la società sta collaborando con le città. L’obiettivo è quello di soddisfare le esigenze pubbliche di mobilità. Che includono servizi di consegna e auto senza pilota.

Articoli precedente

Neuville (Hyundai) vince il Rally di Svezia e balza in vetta al WRC 2018

Articolo successivo

Il primo motore a tre cilindri di Volvo sotto il cofano del suv XC40