Home»Electric»XEV Yoyo, crowdfunding per la citycar italiana in 3D con batterie sostituibili

XEV Yoyo, crowdfunding per la citycar italiana in 3D con batterie sostituibili

0
Condivisi
Pinterest Google+

XEV Yoyo, crowdfunding per la citycar italiana in 3D con batterie sostituibili

La città italiana dell’auto, Torino, prova a rilanciarsi nel segmento anche con una vettura elettrica, la XEV Yoyo. Per il prossimo lancio del modello della start-up di Alpignano è stata lanciata una campagna di crowdfunding attraverso la piattaforma Kickstarter. L’obiettivo è quello di raccogliere mezzo milione di euro: a 45 giorni dalla fine dell’iniziativa ne mancano ancora oltre 440.000. La start-up lavora anche ad un altro modello, la iEV7S.

Tascabile elettrica a due posti da 8 metri di diametro di sterzata

L’avvio della produzione della XEV Yoyo è previsto per la fine del prossimo anno. Nel corso del 2018, i media cinese avevano anticipato il debutto della citycar elettrica nel Regno di Mezzo, ma non se ne era poi saputo più niente. Il veicolo italiano, promette la start-up, è stato disegnato per rendere gli spostamenti urbani “più economico, più verde e più adatto” alle esigenze dei singoli. La XEV Yoyo è una due posti da 2,5 metri di lunghezza (8 metri di diametro di sterzata), 1,5 di larghezza (1,8 con i retrovisori esterni) ed 1,6 di altezza.

L’autonomia dichiarata per la XEV Yoyo raggiunge i 150 km

Batterie incluse, il peso è di 530 chilogrammi (750 inclusi guidatore, passeggero e bagagli) e la velocità massima è di 70 km/h. Il motore elettrico ha una potenza di 10 CV, anche se per mezzo minuto può arrivare fino a 30 (22 kW). Il pacco batteria da 9,2 kWh dovrebbe garantire fino a 150 chilometri di autonomia calcolati secondo il restrittivo UDDS (Urban Dynamometer Driving Schedule) della EPA statunitense.

Tecnologia di battery swapping per il quadriciclo leggero

I quattro accumulatori si trovano nella zona posteriore, sotto il vano bagagli (180 litri di capacità), e sono sostituibili. La stessa soluzione è stata adottata dalla Piaggio per la propria Ape E-City. Il prezzo annunciato per l’Europa è di 7.995 euro (“Signture Edition”), che per gli “investitori” possono scendere fino a 6.000 (“Special Bird”). Omologabile nella classe L7e (quadricicli elettrici leggeri), la XEV Yoyo dovrebbe disporre non solo dell’ABS, ma anche di airbags e di un’area di protezione frontale. Sono previsti anche uno schermo tattile ed il servosterzo.

Articoli precedente

Babbo Natale al volante della possibile Volkswagen ID.1, con gli auguri

Articolo successivo

Festività con rialzi, IP, Italiana Petroli, Tamoil e Q8 aumentato i carburanti