Home»News»Zetsche (Daimler) tornerà alla presidenza dell’Acea. Succede a Ghosn

Zetsche (Daimler) tornerà alla presidenza dell’Acea. Succede a Ghosn

0
Condivisi
Pinterest Google+

Dieter Zetsche prenderà il posto di Carlos Ghosn alla presidenza dell’ACEA nel 2016, l’associazione dei produttori di veicoli che opera in Europa e che celebra i 25 anni dalla sua costituzione. Di fatto è un avvicendamento tra presidenti che già collaborano anche sul fronte societario: Zetsche è numero uno di Daimler dal 2006, il costruttore tedesco di cui è azionista l’Alleanza Renault Nissan al cui capo c’è Ghosn. Il manager tedesco nato a Istanbul, in Turchia, nel 1953 è stato votato nel corso della riunione dei responsabili delle case a Bruxelles. Ghosn – che aveva già guidato l’associazione nel 2009 – era stato votato nel maggio del 2014 in sostituzione dei Philippe Varin, che era subentrato a Sergio Marchionne (FCA) rimasto in carica per due mandati (2012 e 2013). Varin è rimasto presidente per pochi mesi perché ha lasciato PSA.

Zetsche, che è anche membro del Consiglio di Sorveglianza di RWE Power AG, torna a guidare l’associazione che aveva presieduto nel 2010 e nel 2011. L’ACEA ha dunque designato un manager tedesco per gestire le imprevedibili conseguenze del dieselgate che ha coinvolto il gruppo Volkswagen. Per Zetsche le priorità del mandato sono la riduzione delle emissioni di CO2 ed il miglioramento della qualità dell’aria (obiettivi condivisibili, anche se i costruttori sembrano sempre esercitare pressioni per frenare le accelerazioni dell’UE in tema di emissioni), ma anche cementare le soluzioni per le auto connesse (Daimler, Audi e BMW hanno perfezionato l’acquisizione di HERE, la divisione mappe di Nokia, annunciata in estate) e la guida autonoma.

Articoli precedente

Quotazioni crollano, benzina e diesel scendono piano. Aumenta gpl

Articolo successivo

Ford Mustang: a thriller night al volante del sogno americano