Home»Pro»24 ore di aumenti: Eni, Tamoil e Q8 rincarano la benzina. IP anche il diesel

24 ore di aumenti: Eni, Tamoil e Q8 rincarano la benzina. IP anche il diesel

0
Condivisi
Pinterest Google+

24 ore di aumenti: Eni, Tamoil e Q8 rincarano la benzina. IP anche il diesel

Non proprio al ritmo di un tassametro, ma i prezzi di benzina e diesel continuano a salire. Nelle ultime 24 ore tutte le sigle sono intervenute con un rialzo, dopo solo quattro giorni di tregua sulla rete. Ieri Eni aveva aumentato i listini consigliati per la dodicesima volta dall’inizio del 2019, con 1 cent in più al litro sulla sola verde. Lo stesso aveva fatto Tamoil. Questa mattina i rincari sono scattati ad opera di IP, Italiana Petroli e Q8, anche se quest’ultima, come Eni e Tamoil, ha aggiornato il listino della sola benzina. La situazione sui mercati internazionali è sempre complessa e le quotazioni sono cresciute ancora, tra l’altro con una forbice molto contenuta tra verde e gasolio (meno di una trentina di euro per mille litri).

Prezzi medi praticati della benzina: fino a 9 millesimi in più in una settimana

Nell’ultima settimana le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico  elaborate da SQ hanno continuato a salire. Benzina self service a 1,568 euro al litro (+9 millesimi, pompe bianche 1,544). Diesel self service a 1,493 euro al litro (+2 millesimi, pompe bianche 1,469). Benzina servita a 1,691 euro al litro (+8 millesimi, pompe bianche 1,591). Diesel servito a 1,619 euro al litro (+2 millesimi, pompe bianche 1,516). GPL self service a 0,625 euro al litro, servito a 0,647 euro al litro (pompe bianche 0,635). Metano self service 0,987 euro al chilogrammo, servito a 0,997 euro al chilogrammo (pompe bianche 0,986).

Articoli precedente

Mara Maionchi e i Veicoli Commerciali Opel: un’intesa perfetta

Articolo successivo

Sarà una Seat l'elettrica "popolare" del gruppo VW, meno di 20.000 euro