Home»Pro»Attentato: aumentano quotazioni e Esso rincara il prezzo della benzina

Attentato: aumentano quotazioni e Esso rincara il prezzo della benzina

0
Condivisi
Pinterest Google+

Attentato: aumentano quotazioni e Esso rincara il prezzo della benzina

Gli automobilisti italiani cominciano a dover fare i conti con l’attentato all’oleodotto libico di Es Sider perché Esso ha aumentato il prezzo consigliato della benzina. Negli ultimi giorni i rincari sono stati importanti e non è escluso che altre sigle intervengano sui listini. Solo ieri sul mercato dei prodotti raffinati del Mediterraneo i rincari delle quotazioni sono risultati significativi. La benzina è salita a 401 euro per mille litri (+7), il diesel a 424 (+12). L’aggiornamento deciso da Esso (10 millesimi al litro) è la prima variazione registrata da Staffetta Quotidiana dal 14 dicembre in poi. Chi viaggia a gas naturale beneficia di una riduzione media di 2 cent al litro.

Le ripercussioni dell’attentato sulle quotazioni, non ancora sui prezzi medi

Le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ sono prodotti tradizionali sono ferme e le uniche modifiche (rispetto a ieri, ma non al 15 dicembre quando la verde, ad esempio, era a 1,520 euro al litro in modalità self) riguardano i “gassosi”. Benzina self service a 1,546 euro al litro (invariata, pompe bianche 1,522). Diesel self service a 1,409 euro al litro (invariato, pompe bianche 1,389). Benzina servita a 1,664 euro al litro (invariata, pompe bianche 1,564). Diesel a servito 1,531 euro al litro (invariato, pompe bianche 1,432). GPL a 0,659 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 0,647). Metano a 0,959 euro al chilogrammo (-2 millesimi, pompe bianche 0,950).

Articoli precedente

La Lada 4x4 a passo lungo importata anche in Europa Occidentale

Articolo successivo

Porsche 718 GTS: quattro cilindri possono bastare