Home»Pro»Il giorno del GPL, aumenti di un cent per Eni e IP, di due per Q8 e Tamoil

Il giorno del GPL, aumenti di un cent per Eni e IP, di due per Q8 e Tamoil

0
Condivisi
Pinterest Google+

Se non aumentano benzina e diesel, aumenta il GPL. Per effetti dei nuovi prezzi fissati dalla Sonatrach su propano e butano, le compagnie hanno disposto un rialzo dei listini del gas petrolifero liquefatto. La compagnia di stato algerina ha portato il propano a 485 dollari la tonnellata (+110) ed il butano a 490 (+70). I rincari rilevati dalla Staffetta Quotidiana sono tra i 10 ed i 20 millesimi al litro. I rialzi sul GPL delle “italiane” Eni e IP sono di un cent, quelli di Q8 di Tamoil di due. E con il Brent avviato verso i 55 dollari al barile sono attesi anche nuovi ritocchi sui listini consigliati della verde e del gasolio. Per i consumatori il 2021 comincia in salita.

Impennata delle medie dei prezzi praticati del GPL

Le medie dei prezzi praticati comunicate dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ hanno subito nuovi aumenti. Benzina self service a 1,444 euro al litro (invariato, compagnie 1,453 pompe bianche 1,420). Diesel a 1,320 euro al litro (+2 millesimi, compagnie 1,329, pompe bianche 1,296). Benzina servita a 1,582 euro al litro (+1, compagnie 1,633, pompe bianche 1,476). Diesel a 1,462 euro al litro (+2, compagnie 1,515, pompe bianche 1,352). GPL servito a 0,606 euro al litro (+9, compagnie 0,617 pompe bianche 0,591). Metano servito a 0,976 euro al chilogrammo (+1, compagnie 0,983, pompe bianche 0,970). GNL 0,919 euro al chilogrammo (-4, compagnie 0,920, pompe bianche 0,918).

Articoli precedente

Volvo chiude il 2020 con un record commerciale

Articolo successivo

Jeep Grand Cherokee, la "prima volta" a sette posti del suv americano