Home»Pro»Rimbalzo delle quotazioni, ma i prezzi medi dei carburanti calano ancora

Rimbalzo delle quotazioni, ma i prezzi medi dei carburanti calano ancora

0
Condivisi
Pinterest Google+

I prezzi dei carburanti, almeno dei due principali, scendono ancora, anche se ieri c’è stato un rimbalzo delle quotazioni. Ma le contrattazioni si sono chiuse su livelli estremamente bassi: mille litri di benzina valevano 153 euro (+5) e altrettanti di gasolio 226 (+13). Il presidente USA Donald Trump ha lasciato intendere di poter eventualmente intervenire diplomaticamente su Arabia Saudita e Russia, che hanno in corso una disputa sul prezzo del greggio. Comprensivi di accisa, i valori dei carburanti sono di 880,96 euro per mille litri per la benzina e di 842,91 per il diesel. La sforbiciata di Eni di ieri è tuttavia rimasta isolata: il Cane a Sei Zampe ha anche destinato 30 milioni di euro in solidarietà per far fronte all’emergenza coronavirus.

Benzina e diesel in calo per effetto del taglio di ieri di Eni

Le medie dei prezzi praticati dei carburanti comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ sono scese ancora per effetto dell’intervento di ieri di Eni. Benzina self service a 1,489 euro al litro (-3 millesimi, compagnie 1,494, pompe bianche 1,476). Diesel a 1,377 euro al litro (-2, compagnie 1,383, pompe bianche 1,360). Benzina servita a 1,628 euro al litro (-3, compagnie 1,672, pompe bianche 1,535). Diesel a 1,519 euro al litro (-2, compagnie 1,566, pompe bianche 1,420). GPL servito a 0,608 euro al litro (invariato, compagnie 0,616, pompe bianche 0,598). Metano servito a 0,981 euro al chilogrammo  (invariato, compagnie 0,990, pompe bianche 0,973). GNL 0,955 euro al chilogrammo (invariato, compagnie 0,959, pompe bianche 0,952).

Articoli precedente

DFSK Glory IX5, il suv coupé cinese da 4,7 metri che costa 25.000 euro

Articolo successivo

DS 3 Crossback offre la guida autonoma di livello 3