Home»Pro»Un ribasso dopo tre cali delle quotazioni. Solo di Eni e solo sulla benzina

Un ribasso dopo tre cali delle quotazioni. Solo di Eni e solo sulla benzina

0
Condivisi
Pinterest Google+

Un ribasso dopo tre cali delle quotazioni. Solo di Eni e solo sulla benzina

Tre cali possono bastare per un ribasso del prezzo della benzina. Uno solo, anche se da parte del market leader italiano, cioè Eni. Secondo le rilevazioni di Staffetta Quotidiana il Cane a Sei Zampe ha ridotto di un cent al litro il listino suggerito della verde. La sforbiciata è legata alla terza flessione consecutiva delle quotazioni sul mercato del Mediterraneo. La verde è scesa attorno ai 450 euro per mille litri, un’ottantina in meno rispetto al gasolio. Considerata la quota di Eni è possibile che la limatura del prezzo possa innescare una serie di ribassi. L’ultima variazione dei listini consigliati risale a 5 giorni fa.

Medie dei prezzi praticati stabili, ma con due eccezioni, anche sulla benzina

Le medie dei prezzi praticati comunicate dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ sono sostanzialmente stabili, anche se sono state registrate ancora due leggere correzioni al rialzo in modalità servito. Benzina self service a 1,669 euro al litro (invariata, pompe bianche 1,648). Diesel self service a 1,563 euro al litro (invariato, pompe bianche 1,545). Benzina servita a 1,781 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,691). Diesel servito a 1,682 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,587). GPL a 0,690 euro al litro (invariato, pompe bianche 0,677). Metano a 0,982 euro al chilogrammo (invariato, pompe bianche 0,967).

Articoli precedente

L'Alleanza fa la forza: nuovo motore turbo da 1.3 litri per Nissan Qashqai

Articolo successivo

Nuova multa per il dieselgate: 800 milioni ad Audi. Che non ricorrerà