Home»Pro»Benzina e diesel, secondo aumento dei prezzi di Eni nel mese di giugno

Benzina e diesel, secondo aumento dei prezzi di Eni nel mese di giugno

0
Condivisi
Pinterest Google+

Eni torna alla carica sui prezzi. Dopo alcuni giorni di calma e, soprattutto, dopo un ribasso di Q8, il Cane a Sei Zampe ha disposto un aumento dei listi consigliati. Secondo le rilevazioni di Staffetta Quotidiana questa mattina Eni ha rincarato benzina e diesel di 10 millesimi al litro. Si tratta del secondo del market leader in questo mese piuttosto contrastato, con le quotazioni in altalena. La ripresa dei consumi è evidente, ma il mercato è incerto per via dei timori di una seconda ondata della pandemia. In molti paesi non si è ancora esaurita la prima e le notizie che rimbalzano dalla Cina preoccupano. I governi assicurano di essere pronti a far fronte a nuove emergenze.

Da domani le eventuali ricadute del rincaro di Eni sui prezzi medi

Le medie dei prezzi praticati comunicate dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ hanno subito leggeri aggiustamenti al rialzo rispetto all’aggiornamento del 12 giugno e le eventuali ripercussioni dell’intervento del Cane a Sei Zampe si potranno rilevare a partire da domani. Benzina self service a 1,386 euro al litro (+1 millesimo, compagnie 1,394 pompe bianche 1,365). Diesel a 1,270 euro al litro (+1, compagnie 1,278, pompe bianche 1,247). Benzina servita a 1,528 euro al litro (+2, compagnie 1,574, pompe bianche 1,424). Diesel a 1,415 euro al litro (+1, compagnie 1,463, pompe bianche 1,307). GPL servito a 0,583 euro al litro (invariato, compagnie 0,592, pompe bianche 0,570). Metano servito a 0,979 euro al chilogrammo (-1, compagnie 0,988, pompe bianche 0,972). GNL 0,928 euro al chilogrammo (+5, compagnie 0,927, pompe bianche 0,929).

 

Articoli precedente

Il Covid-19 ha dimezzato il mercato dell'auto in Europa in maggio

Articolo successivo

Seat Mó, il marchio per la mobilità urbana elettrica: scooter e monopattini