Home»Pro»Eni aumenta i prezzi: il gasolio di due cent, la verde di uno

Eni aumenta i prezzi: il gasolio di due cent, la verde di uno

0
Condivisi
Pinterest Google+

Se una compagnia aumenta i listini consigliati di benzina e gasolio non è mai una buona notizia per gli automobilisti. Ma se il rincaro è di Eni, cioè il market leader, allora è anche peggio perché in genere gli interventi del Cane a Sei Zampe “costringono” anche le altre sigle a mettere mano ai prezzi. Purtroppo per chi guida, Staffetta Quotidiana ha rilevato questa mattina un rilazo di Eni: un cent in più sulla benzina e addirittura due in più sul diesel. L’onda rialzista va avanti da ormai due settimane e non sembrano esserci indicazioni di segno opposto. Chi deve fare il rifornimento a veicoli a doppia alimentazione si consola almeno con il fatto che i prezzi dei carburanti gassosi sono stabili.

Le medie dei prezzi praticati dei carburanti “tradizionali” comunicate dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ continuano a salire: benzina self service a 1,472 euro al litro (+0,2 cent, pompe bianche 1,443), gasolio a 1,292 (+0,3 cent, pompe bianche 1,264), benzina servita a 1,566 (+0,2 cent, pompe bianche 1,478), gasolio a 1,388 (+0,3 cent, pompe bianche 1,301), GPL a 0,533 (invariato, pompe bianche 0,517) e metano a 0,980 euro al chilogrammo (invariato, pompe bianche 0,972).

Articoli precedente

Prova su strada di Ssangyong XLV, il crossover wagon

Articolo successivo

Dopo Eni, anche Esso, IP, Tamoil e TotalErg aumentano i prezzi