Home»Pro»Ford: con le simulazioni si riducono gli infortuni sul lavoro

Ford: con le simulazioni si riducono gli infortuni sul lavoro

0
Condivisi
Pinterest Google+

Roma – Il mondo virtuale, si sa, è sempre più importante anche nella progettazione dei veicoli. Macchine dalla potenza di calcolo straordinaria e software raffinatissimi consentono di eliminare moltissimi degli “errori” che venivano precedentemente commessi e di arrivare alla fase prototipale con un prodotto quasi pronto per la fabbrica. Non è altrettanto noto, però, che le stesse simulazioni possono essere effettuate anche per le linee di montaggio. Ford, per esempio, dispone di programmi in grado di simulare perfettamente quello che sarà l’ambiente di lavoro nello stabilimento, incrementando così non solo la sicurezza dei lavoratori, ma anche la loro resa e dunque, nel lungo termine, la qualità dei prodotti.

Da dodici anni a questa parte (da quando cioè il programma di simulazione è stato inaugurato nel 2003), la messa in produzione di ogni nuovo modello è preceduta da almeno 900 simulazioni. In questo modo, secondo la Casa americana, gli infortuni sul lavoro si sono ridotti del 70%. In che modo? Ecco la spiegazione di Allison Stephens, responsabile dell’ergonomia della produzione: “In catena di montaggio esiste ancora una componente fisica per il lavoratore. Grazie alle nostre simulazioni siamo capaci di ridurla ai minimi termini, perché ogni sforzo viene quantificato esattamente sia nell’entità che nella tipologia di movimento.

Articoli precedente

Drifting: auto vs elicottero

Articolo successivo

Honda Jazz: su strada la giapponese offre spazio e praticità