Home»Pro»IP abbassa il prezzo della benzina. Cominciato lo sciopero dei benzinai

IP abbassa il prezzo della benzina. Cominciato lo sciopero dei benzinai

0
Condivisi
Pinterest Google+

Nuovo aggiustamento al ribasso sulla rete distributiva italiana. Staffetta Quotidiana ha rilevato oggi una nuova sforbiciatina da parte di IP al prezzo consigliato della benzina: mezzo cent in meno al litro. Il taglio si aggiunge alla consistente flessione dei listini di tutte le compagnie, concentrata soprattutto lo scorso fine settimana: è “figlio” della caduta delle quotazioni internazionali. Anche le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati da SQ hanno ormai scontato gli interventi dei giorni scorsi: l’unica variazione è quella della benzina servita, scesa di un millesimo a litro a 1,569 euro. Fermi tutti gli altri prezzi: self  a 1,482 (benzina) e 1,343 (diesel), servito 1,435 (diesel), 0,569 (GPL) e 0,987 (metano).

Alle 22 di ieri, lunedì 19 ottobre, è cominciato lo sciopero di 48 ore dei benzinai sulla rete autostradale proclamato da Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Anisa Confcommercio che sono tornate a protestare contro le “rendite di posizione davvero straordinarie che assicurano livelli record in termini di pedaggi e di royalty, a cui fanno da inevitabile contraltare, per un verso, prezzi evidentemente fuori mercato sia sui carburanti (mediamente 15 cent superiori alla rete ordinaria) e sulla ristorazione e, dall’altro, impianti sempre più fatiscenti e inaccoglienti e standard di servizio sempre meno all’altezza del pubblico servizio”. Alle 11 di oggi è in programma anche un “presidio pacifico” dei gestori presso la sede di Autostrade per l’Italia a Roma.

Articoli precedente

Concept a due posti al Salone di Tokyo, Yamaha 4Wheeler

Articolo successivo

Ferrari 488 Spider: il video ufficiale