Home»Pro»Lewis Hamilton e Marc Márquez, dominatori assoluti

Lewis Hamilton e Marc Márquez, dominatori assoluti

0
Condivisi
Pinterest Google+

Più importante l’uomo o la macchina?

Gli sport motoristici sono molto diversi da quelli improntati unicamente sullo sforzo fisico e sulla tecnica degli atleti. Come ad esempio succede con il calcio, il basket o il nuoto. In discipline come l’automobilismo o il motociclismo, l’aiuto della macchina è rilevante e spesso genera l’annoso dibattito tra quanti sostengono che sia più decisiva la tenuta del veicolo e quelli che ritengono invece decisivo il talento di chi lo guida.

Senza rivali

In questo momento storico sia nella Formula 1 che nella MotoGP due fenomeni stanno dominando i campionati nei quali gareggiano. Sono Lewis Hamilton e Marc Márquez, entrambi primi in classifica nei campionati mondiali di automobilismo e motociclismo. Se il pilota inglese punta a raggiungere Schumacher nella classifica dei record della F1, il catalano ha invece la possibilità di fare il vuoto nel mondo delle moto. Tra l’altro ad appena ventisei anni.

Inseguendo il sesto titolo mondiale

Entrambi assoluti favoriti alla vittoria dei campionati in corso, come ben evidenziano le quote di Betfair, i due campioni sono gli avversari da battere. Hamilton, capace di imporsi con facilità nel gran premio di Gran Bretagna a Silverstone, punta quest’anno a conquistare il suo sesto titolo piloti. Sarebbe il quarto consecutivo. Al volante di un’auto affidabile e solida come la Mercedes, il britannico sta vivendo a 33 anni uno dei migliori periodi della sua carriera. E’ un predestinato: fin da ragazzino suo padre Anthony lo portava a correre sui kart. Quest’anno Hamilton ha vinto 7 delle 10 gare disputate, mettendo a referto anche 3 pole position e 2 giri veloci. Numeri da capogiro per un fenomeno del volante estremamente ambizioso. Arrivare a sei titoli mondiali, infatti, lo porterebbe ad aspirare al settimo. Grazie a questo potrebbe raggiungere una leggenda come Schumacher e confermarsi nell’Olimpo dei migliori piloti di sempre. Dopo un periodo di appannamento all’inizio della decade attuale causato anche dall’esplosione della Red Bull, l’inglese si è ripreso ed è ormai da cinque anni l’uomo più in forma di tutti in Formula 1.

Il catalano è l’uomo da battere

Per Márquez, invece, il discorso è leggermente diverso. Anch’egli nato con il DNA del campione e da sempre in sella a una moto, ha fatto capire fin da subito che non aveva tempo da perdere, dimostrando un carattere e un temperamento da veterano fin dalla sua prima apparizione in categoria 125. Campione della MotoGP in cinque occasioni, le ultime tre delle quali consecutive, il pilota di Cervera rivaleggia da anni con quello che un tempo fu il suo idolo, ossia Valentino Rossi. Il classe 1993 ha avuto solo pochissimi passaggi a vuoto nella stagione attuale di MotoGP e sembra essere ben indirizzato verso la vittoria del campionato 2019, nonostante manchino ancora molte gare. Hamilton e Márquez sono chiaramente un mix di successo, talento, concretezza e costanza. Stanno scrivendo la storia di automobilismo e motociclismo a suon di trionfi e noi non possiamo far altro che continuare a goderci lo spettacolo che ci regalano.

Articoli precedente

Mitsubishi L200 Hurricane, pick-up in serie limitata da 100 esemplari

Articolo successivo

L'offensiva di Ghosn, che chiede 15 mln di danni a Nissan e Mitsubishi