Home»Pro»Suzuki premia Nalli, presidente non nipponico di una grande filiale europea

Suzuki premia Nalli, presidente non nipponico di una grande filiale europea

1
Condivisi
Pinterest Google+

Suzuki premia Nalli, presidente non nipponico di una grande filiale europea

Da domani Massimo Nalli diventa presidente del Suzuki Italia, la filiale nazionale della società giapponese. Il costruttore spiega che l’Italia è il primo tra i grandi mercati europei dove il presidente è affidato ad un rappresentante diretto della casa madre.

“Apprezzamento per i risultati ottenuti” da Nalli e dal team

La promozione di Nalli, direttore generale della divisione Automobili dal 2009, testimonia “l’apprezzamento per i risultati ottenuti”. È anche un’attestazione della “fiducia riposta dal quartier generale nel team e nel management sviluppato localmente”. Il 54enne manager veronese assumerà la responsabilità di tutte le operazioni italiane di Suzuki. Il costruttore di Hamamtsu commercializza anche moto e motori marini. Ingegnere elettronico e navigatore di rally, Nalli ha lavorato per FCA, per Fiat USA, e per Honda, in Italia ed Europa.

A Taniguchi anche la divisione Marine

Suzuki ha ingaggiato il dirigente scaligero nel 2000. Ad interim, il manager manterrà anche l’attuale ruolo di direttore generale della divisione auto. Nalli subentra a Hiroshi Kawamura, presidente uscente, che rimarrà in Italia fino alla fine dell’anno “per garantire un passaggio di consegne efficace”. Per i buoni risultati ottenuti nel Belpaese, un’altra casa giapponese, Honda, aveva “premiato” il Ceo italiano. Alessandro Skerl era stato chiamato in Europa. A Tomoki Taniguchi, finora vice presidente e responsabile della divisione Motocicli di Suzuki Italia, viene affidata anche la divisione Marine.

Articoli precedente

L'equazione perfetta dei carburanti: si avvicina un Ponte, scattano i rincari

Articolo successivo

Lancia accompagna la cultura con le visite guidate ad Artissima