Home»Pro»Quotazioni sugli stessi livelli di 12 giorni fa, ma Eni rincara ancora

Quotazioni sugli stessi livelli di 12 giorni fa, ma Eni rincara ancora

0
Condivisi
Pinterest Google+

Eni aumenta i prezzi consigliati di benzina, diesel e GPL. La multinazionale italiana accelera i tempi della “ripresa”, anche se le quotazioni si sono attestate ieri su livelli quasi analoghi a quelli che che avevano indotto la stessa Eni a rincarare i listini (e anche da IP e Tamoil) il 12 novembre scorso. Le contrattazioni si sono chiuse lunedì sera a quota 249 e 265 euro per mille litri con aumento di 6 e 7 euro. Dodici giorni fa erano a 256 e 262 (ma la domanda del diesel è in calo). Staffetta Quotidiana spiega che si tratta dell’euforia dei mercati relativa alla e”buone notizie sui risultati  della sperimentazione dei vaccini anti Covid”. La decisione del Cane a Sei Zampe condurrà quasi inevitabilmente ad un nuovo giro di rialzo, chiuso il 19 novembre da Q8.

Medie in aumento. E domani i probabili movimento legati alla decisione di Eni

Le medie dei prezzi praticati comunicate dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ sono aumentate rispetto all’ultimo aggiornamento. Benzina self service a 1,401 euro al litro (+3 millesimi, compagnie 1,409 pompe bianche 1,380). Diesel a 1,267 euro al litro (+3, compagnie 1,276, pompe bianche 1,243). Benzina servita a 1,543 euro al litro (+4 millesimo, compagnie 1,590, pompe bianche 1,439). Diesel a 1,414 euro al litro (+4, compagnie 1,465, pompe bianche 1,304). GPL servito a 0,582 euro al litro (+1, compagnie 0,591, pompe bianche 0,571). Metano servito a 0,976 euro al chilogrammo (+1, compagnie 0,983, pompe bianche 0,971). GNL 0,922 euro al chilogrammo (-2,compagnie 0,916, pompe bianche 0,927).

Articoli precedente

La Porsche Taycan nel Guinness dei Record con 42,171 km di drifting

Articolo successivo

Assalto all'India, il concept Renault Kiger da meno di 4 metri di lunghezza