Home»Pro»Il ribasso di martedì di Eni su benzina e diesel è rimasto senza seguito

Il ribasso di martedì di Eni su benzina e diesel è rimasto senza seguito

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il ribasso di martedì di Eni su benzina e diesel è rimasto senza seguito

Il ribasso disposto ieri mattina da Eni sui prezzi consigliati di benzina e diesel è rimasto senza seguito. Il Cane a Sei Zampe aveva deciso di abbassare i listini dei due prodotti principali di 10 millesimi al litro. Purtroppo per gli automobilisti, la successiva chiusura serale delle contrattazioni ha concesso alle altre sigle un alibi per evitare la sforbiciata. Perché la verde è aumentata di 9 euro per mille litri (414, 1.142,75 con l’accisa) ed il gasolio di 2 (445, 1.026,33). Anche per questo, a differenza della Settimana Enigmistica che vanta centinaia di imitazioni, la mossa di Eni è rimasta isolata.

Medie dei prezzi praticati in aumento per GPL, metano e GNL

Rispetto all’ultimo aggiornamento, quello del 7 gennaio, le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ sono rimaste stabili, ad eccezione del GPL, che ha subito forti rincari. Benzina self service a 1,597 euro al litro (-1 millesimo, compagnie 1,605, pompe bianche 1,577). Diesel a 1,493 euro al litro (-1, compagnie 1,499, pompe bianche 1,476). Benzina servita a 1,724 euro al litro (-1, compagnie 1,768, pompe bianche 1,629). Diesel a 1,624 euro al litro (-2, compagnie 1,668, pompe bianche 1,528). GPL self service a 0,612 euro al litro (+8), servito a 0,630 (+9, compagnie 0,636, pompe bianche 0,621). Metano self service 0,968 euro al kg (+3), servito a 0,986 (invariato, compagnie 0,993, pompe bianche 0,979). GNL 0,955 euro al kg (+4), compagnie 0,959 (+7, pompe bianche 0,953).

Articoli precedente

Al Tokyo Auto Salon il restyling della Honda Civic Type R da 320 CV

Articolo successivo

Changan Uni-T, un nuovo e grintoso crossover cinese al Salone di Ginevra