Home»Pro»Benzina, diesel e GPL, i nuovi aumenti di Eni (12 rincari in due mesi) e IP

Benzina, diesel e GPL, i nuovi aumenti di Eni (12 rincari in due mesi) e IP

0
Condivisi
Pinterest Google+

Eni e IP ancora in prima linea sui rialzi dei prezzi dei carburanti. Secondo le rilevazioni della Staffetta Quotidiana, oggi le due sigle “italiane” hanno aumentato (di nuovo) i listini consigliati di benzina, diesel e GPL. Per Eni si tratta del dodicesimo rincaro in 2 mesi, dal 12 novembre in poi, ed anche il terzo del 2021. Il Cane a Sei Zampe, del resto, si è esposto garantendo un dividendo minimo agli azionisti, fra i quali lo Stato. Entrambe le sigle sono intervenute con un rialzo di 10 millesimi al litro. Molto probabilmente le due altre grandi multinazionali aggiorneranno i prezzi nelle ultimi ore, naturalmente sulla base dell’andamento del Brent, ormai assestato attorno ai 56 dollari.

In attesa delle ripercussioni degli aumenti di Eni e IP, oggi salgono benzina e GNL

Le medie dei prezzi praticati comunicate dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ hanno subito ulteriori movimenti, naturalmente al rialzo, sulla benzina in particolare. Benzina self service a 1,450 euro al litro (+1 millesimo, compagnie 1,459 pompe bianche 1,425). Diesel a 1,326 euro al litro (invariato, compagnie 1,336, pompe bianche 1,301). Benzina servita a 1,587 euro al litro (+1, compagnie 1,636, pompe bianche 1,484). Diesel a 1,467 euro al litro (invariato, compagnie 1,519, pompe bianche 1,359). GPL servito a 0,614 euro al litro (invariato, compagnie 0,624 pompe bianche 0,601). Metano servito a 0,975 euro al chilogrammo (invariato, compagnie 0,982, pompe bianche 0,970). GNL 0,923 euro al chilogrammo (+2, compagnie 0,920, pompe bianche 0,925).

Articoli precedente

La Ford Mustang Mach-E vince il premio Suv of the Year in Nord America

Articolo successivo

Il ritorno del pick-up, aperti gli ordini per la Jeep Gladiator da 5,6 metri