Home»Pro»IP e Italiana Petroli abbassano i prezzi di benzina, diesel e GPL

IP e Italiana Petroli abbassano i prezzi di benzina, diesel e GPL

0
Condivisi
Pinterest Google+

IP e Italiana Petroli abbassano i prezzi di benzina, diesel e GPL

I prezzi consigliati (anche del GPL) e praticati sono scesi di nuovo oggi, questa volta grazie agli interventi di IP e Italiana Petroli. Ormai è da sabato scorso che i listini hanno imboccato la parabola discendente. Le quotazioni, del resto, sono ai minimi da mesi anche sul mercato del mediterraneo. E anche se ieri le contrattazioni si sono chiuse all’insegna della stabilità, le compagnie hanno margine per scaricare sugli automobilisti i minori costi di acquisto. La verde ha chiuso in leggero rialzo a quota 389 euro per mille litri (+1), mentre il gasoli è sceso a 411 (-1). Le due sigle hanno ridotto di 10 millesimi al litri i prezzi di benzina, diesel e GPL.

Le medie dei prezzi praticati sono calate fino a 4 millesimi al litro

Le medie dei prezzi praticati comunicate dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ hanno subito nuove flessioni, fino a 4 millesimi al litro. Benzina self service a 1,615 euro al litro (-3 millesimi, compagnie 1,621, pompe bianche 1,598). Diesel self service a 1,502 euro al litro (-3 millesimi, compagnie 1,508, pompe bianche 1,484). Benzina servita a 1,738 euro al litro (-4 millesimi, compagnie 1,780, pompe bianche 1,645). Diesel servito a 1,632 euro al litro (-4 millesimi, compagnie 1,674, pompe bianche 1,533). GPL self service a 0,619 euro al litro (-2 millesimi), servito a 0,639 euro al litro (-1 millesimo, compagnie 0,647, pompe bianche 0,627). Metano self service 0,987 euro al chilogrammo (invariato), servito a 0,996 (invariato, compagnie 1,009, pompe bianche 0,984). GNL 0,953 euro al chilogrammo (invariato, compagnie 0,971, pompe bianche 0,941).

Articoli precedente

MegaBonus, la nuova campagna Fiat per sostenere le vendite (in calo)

Articolo successivo

Volvo con LifeGate PlasticLess, per la lotta alle plastiche nei mari italiani