Home»Retro»Opel Zafira, Vectra e Astra Opc: sportive per tutti i giorni

Opel Zafira, Vectra e Astra Opc: sportive per tutti i giorni

0
Condivisi
Pinterest Google+

L’Opel Astra Opc spegne venti candeline. Una vettura facilmente riconoscibile grazie alla sua insolita livrea azzurra metallizzata. Sotto il suo “vestito” si cela un motore 2.0 litri aspirato, in grado di sviluppare 160 cv. Le personalizzazioni dedicate al modello comprendono inoltre un assetto rivisitato per l’occasione, esattamente come l’aerodinamica e l’impianto frenante. La prima serie dell’Astra Opc accelera da 0 a 100 km/h in 8,2 secondi e raggiungere una velocità di punta di 220 km/h.

Opel Zafira Opc
Opel Zafira Opc

Due anni dopo il debutto in società della berlina, nel 2002, arriva anche la station. La giusta occasione per evolvere ulteriormente il propulsore. Modifiche mirate e l’adozione del turbo gli garantiscono una potenza di 200 cv. In contemporanea viene presentata pure la Zafira Opc, equipaggiata con lo stesso motore dell’Astra Opc. Un modello decisamente insolito: non capita così spesso di aver a che fare con una monovolume dall’impostazione dinamica. Il suo successo andrà oltre ogni aspettativa. Vi basti sapere che ne furono venduti 12mila esemplari.

LEGGI ANCHE –> OPEL E BERTONE: UNA LONGEVA COLLABORAZIONE, INIZIATA NEGLI ANNI ’80

Opel Vectra
Opel Vectra

Il 2005 segna l’arrivo di un importante cambiamento. Su entrambe le Opc il motore, ulteriormente evoluto, arriva a quota 240 cv. Un valore sufficiente per garantire l’archiviazione dello sprint da 0 a 100 km/h in 6,4 secondi (7,8 per la Zafira) e una velocità massima di 244 km/h (231). Nello stesso anno la gamma Opc si amplia ulteriormente con la Vectra V6: 2.8 turbo da 255 cv. La divisione Opc, responsabile all’epoca dell’attività sportiva Opel in Europa, ebbe un ruolo decisivo nel ritorno del famoso campionato tedesco per vetture turismo, e fornì motori per i talenti emergenti della Formula 3. Con 30 campionati nazionali vinti, il motore 2 litri Opel a 16 valvole entrò entrato a far parte della storia dell’automobilismo sportivo.

LEGGI ANCHE –> OPEL MANTA: LA GT TEDESCA COMPIE CINQUANT’ANNI

Articoli precedente

Triton Model H, il suv elettrico esagerato che arriva dal New Jersey

Articolo successivo

Intesa a idrogeno, futura joint venture fra Daimler Truck e Volvo Group