Home»Salone di Ginevra 2018»Salone di Ginevra 2018: tutte le novità da non perdere

Salone di Ginevra 2018: tutte le novità da non perdere

6
Condivisi
Pinterest Google+

Salone di Ginevra: tutto pronto per l’edizione 2018

Ancora poco e l’atteso Salone di Ginevra aprirà i battenti. L’ottantottesima edizione della kermesse svizzera, in scena dall’8 al 18 marzo, sarà caratterizzata da numerose novità e alcune assenze importanti. Per la prima volta, infatti, si registra il forfait di marchi come Opel, DS e Infiniti. Al loro posto, tuner prestigiosi e piccoli brand emergenti. Complessivamente gli espositori presenti saranno 180 e nel corso delle giornate stampa si terranno oltre 70 conferenze, con 89 première mondiali e 22 europee. Come da tradizione l’evento di apertura della rassegna sarà la premiazione dell’Auto dell’Anno, prevista per il pomeriggio di lunedì 5 marzo. Le finaliste sono sette: Alfa Romeo Stelvio, Audi A8, BMW Serie 5, Citroen C3 Aircross, Kia Stinger, Seat Ibiza e Volvo XC40.

Informazioni utili:

Il Salone è aperto dalle 10 alle 20 nei giorni infrasettimanali e dalle 9 alle 19 il sabato e la domenica. Il prezzo del biglietto è di 16 franchi svizzeri (circa 14 euro) per gli adulti e nove (circa 8 euro) mentre per i ragazzi under 16 e i pensionati. I ticket si possono acquistare sia online, sul sito ufficiale, sia agli sportelli presenti in loco. Il Salone è realizzato all’interno dell’area fiere del Palexpo, un’ampia area adiacente all’Aeroporto Internazionale di Ginevra. La location, inoltre, è facilmente raggiungibile sia in auto sia in treno.

Mappa del Salone di Ginevra 2018

Scopriamo insieme tutte le novità da non perdere, rigorosamente in ordine alfabetico:

Abarth

Abarth 124 GT
Abarth 124 GT

124 GT, serie speciale dalla doppia anima

Lo Scorpione è pronto a “pungere” il pubblico con un’interessante novità, la 124 GT, pensata per combinare l’anima da coupé a quello da roadster in un unico corpo vettura. Alla capote manuale, infatti, s’abbina un hard top tecnico, l’unico totalmente in fibra di carbonio. Ulteriori segni distintivi del modello sono rappresentati dai cerchi in lega da 17” pollici OZ ultraleggera, che pesano circa tre chilogrammi in meno rispetto allo standard. Ancora: le calotte degli specchietti sono in tonalità gun metal e su richiesta è possibile avere il cofano motore con trattamento nero opaco. Sempre a richiesta, lo spoiler posteriore può essere in fibra di carbonio, come l’hard top, e le calotte degli specchi in fibra di carbonio o rosse.

L’Abarth 124 GT è spinta dal motore turbo a quattro cilindri da 1,4 litri MultiAir. Il propulsore eroga 170 CV (124 cavalli per litro) e 250 Nm di coppia, per una velocità massima di 232 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi. È disponibile sia con cambio manuale a 6 marce sia con l’automatico Sequenziale Sportivo Esseesse. Last but not least, la dotazione di serie comprende lo scarico Record Monza con sistema dual mode che permette di variare il percorso dei gas di scarico al variare del regime del motore e di generare un suono intenso.

Alfa Romeo

Alfa Romeo Stelvio e Giulia Nürburgring Edition
Alfa Romeo Stelvio e Giulia Nürburgring Edition

Quattro serie speciali in passerella

L’Alfa Romeo sul proprio stand schiera quattro edizioni speciali dedicate ai suoi modelli di punta, a partire dalla Stelvio Quadrifoglio (QUI la nostra prova)  in versione “NRING”: 108 unità, a ricordare la storia del marchio. La serie speciale Nürburgring Edition, contraddistinta dal badge “NRING”, celebra infatti il modello capace di percorrere il famoso circuito in 7 minuti, 51 secondi e 7 decimi, il tempo più basso di sempre nella sua categoria. L’edizione speciale è proposta anche per la sorella Giulia.

Su quest’ultima ritorna anche la dicitura Ti. La storica sigla, acronimo di “Turismo internazionale” è da sempre sinonimo di versioni più ricche, più tecnologiche, più grintose. La Giulia Ti rappresenta quindi la versione più esclusiva della gamma. A livello meccanico, è equipaggiata con il propulsore turbo a benzina da 280 CV abbinato al cambio automatico a 8 rapporti e alla trazione integrale Q4.

Spazio anche per la 4C. A Ginevra sarà possibile ammirare due esemplari, una Coupé e una Spider, nelle serie speciali Competizione e Italia. Sotto il cofano di entrambe, il 1750 Turbo Benzina da 240 CV, affiancato al cambio automatico TCT, capace di notevoli performance: rapporto peso/potenza inferiore a 4kg/CV, 258 km/h di velocità massima, 4,5 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h, 1,1 g di accelerazione laterale e 1,25 g di decelerazione massima in frenata. Le due serie speciali, a tiratura limitata, si distinguono per una specifica caratterizzazione estetica.

Aston Martin

Aston Martin Vantage 2018
Aston Martin Vantage 2018

La Vantage cambia forma e sostanza

Dopo quasi tredici anni di onorata carriera l’attuale Aston Martin Vantage è andata in pensione. La sua erede, presente a Ginevra, si caratterizza per un aspetto davvero aggressivo. A livello tecnico, mantiene l’impostazione con motore anteriore e trazione posteriore. Una soluzione che, secondo i tecnici inglesi, ha permesso un’ottimale distribuzione della massa sui due assali (50:50).

Il peso complessivo dell’auto è invece di 1535 kg, grazie all’ampio utilizzo dell’alluminio. Oltre il 70% della carrozzeria è infatti composto da questo materiale. Il suo “cuore” è il 4.0 V8 biturbo di origine Mercedes AMG, in grado di erogare 510 cv e 685 Nm di coppia da 2000 giri, abbinato al cambio automatico a 8 rapporti con convertitore di coppia. Per trasferire tutta la potenza alle ruote posteriori c’è poi un differenziale a controllo elettronico.

Audi

nuova audi a6 2018
Nuova Audi A6

La nuova A6 punta al vertice della categoria

La Casa dei Quattro Anelli porterà al debutto in società la nuova A6. Se il suo design rappresenta un’evoluzione della precedente generazione, gran parte della meccanica è nuova. Nonostante le dimensioni praticamente identiche (è lunga 4,94 cm), la piattaforma è differente. Si tratta della MLB Evo, derivata da quella della A8, in grado di accogliere diversi tipi di trazione (anteriore o integrale) e studiata per integrare anche le batterie.

Al momento del lancio commerciale, previsto per la primavera, sarà disponibile con 4 motori: il benzina 3.0 TFSI da 340 cv e i diesel 2.0 TDI da 204 cv e 3.0 TDI, declinato in due livelli di potenza. Il 3.0 V6 è infatti offerto nella versione da 231 cv (che non paga super bollo) oppure da 286 cv. A seconda dei motori, la trasmissione può essere automatica a 8 rapporti oppure a doppia frizione con 7 rapporti.

Sullo stand tedesco un’ulteriore novità degna di nota sarà rappresentata dalla nuova A7 presentata di recente. La vettura, in abbinamento al 3.0 TFSI (340 CV) introduce la tecnologia mild-hybrid: sfrutta una rete di bordo a 48 Volt e comprende una batteria compatta agli ioni di litio abbinata a uno starter-alternatore. In termini pratici, quando il conducente toglie il piede dall’acceleratore, a una velocità compresa tra 55 e 160 km/h la vettura “veleggia” a motore spento fino a un massimo di 40 secondi.

BMW

Nuova BMW X4
Nuova BMW X4

L’X4 si rifà il look

La “Regina” dello stand BMW sarà la nuova BMW X4. La seconda generazione dello Sport Activity Coupé guadagna 81 mm in lunghezza (4,75 m) e 37 in larghezza con un passo maggiorato di 5,4 cm (2,864 m). In compenso perde 50 kg di peso e guadagna spazio nel bagagliaio. Altamente personalizzabile, il rinnovato modello offrirà un listino articolato, con tre unità a benzina e altrettante a gasolio e potenze comprese fra i 184 e i 360 cv. Di serie sull’intera gamma ci saranno sia la trasmissione automatica Steptronic a otto rapporti sia la trazione integrale xDrive. A livello tecnologico, l’X4 dispone dell’aggiornata versione del sistema iDrive a comando vocale intelligente. E, su richiesta, il display può arrivare fino a 10,25 pollici. Il debutto sul mercato è atteso per il 2019.

Citroen

Nuovo Citroen Berlingo
Nuovo Citroen Berlingo

Riflettori puntati su sei modelli

A Ginevra la Citroen presenta la sua trasformazione esponendo i sei modelli lanciati in Europa in meno di due anni. Una gamma moderna, che presenta la nuova immagine del marchio. Auto che ereditano il dna tipico dei modelli del Double Chevron e condividono un design di carattere e un confort di primo livello. Si parte dal nuovo Berlingo, esposto in anteprima mondiale: terza generazione di un modello iconico, adotta i nuovi codici Citroen aggiungendo al suo carattere semplice e funzionale l’intelligenza al servizio della praticità e del confort.

Al suo fianco, per la prima volta in un salone internazionale, la nuova C4 Cactus, berlina che inaugura in Europa le sospensioni con Smorzatori Idraulici Progressivi. Ancora: Citroen espone anche la serie speciale C4 Picasso Rip Curl, in corso di commercializzazione, e lo SpaceTourer Rip Curl Concept, concept car inedito di van 4X4, completamente allestito per vivere un’esperienza outdoor grazie alla competenza tecnica di Rip Curl. Riflettori puntati anche sull’offensiva Suv, con la nuova C3 Aircross (QUI la nostra prova) che ha già conquistato 50 mila clienti, e sulla best seller C3, presentata nella serie speciale “ELLE”.

Ferrari

Ferrari 488 Pista
Ferrari 488 Pista

Ecco la 488 Pista: nata per correre

Evoluzione pistaiola della 488 GTB, la Ferrari 488 Pista è più leggera e il suo motore eroga 720 cv (+50 cv). In termini di performance può superare i 340 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in soli 2,85 secondi, mentre i 200” si raggiungono in 7,6 secondi. Lo schema meccanico è rimasto invariato: motore in posizione centrale, cambio robotizzato a doppia frizione, trazione posteriore e differenziale a controllo elettronico. Per raggiungere la ragguardevole potenza, i tecnici di Maranello hanno lavorato a fondo sul 3.9 V8 biturbo della 488.

Il motore è infatti dotato di bielle in titanio alleggerite, di un diverso volano e di nuovi turbocompressori. Anche l’impianto di aspirazione è stato rivisto: i condotti che portano aria fresca al V8 sono vicini all’alettone posteriore. Una zona dove si concentra un flusso d’aria maggiore rispetto alle prese sopra i passaruota posteriori della “normale” 488 GTB. Grazie all’ampio uso della fibra di carbonio e il peso complessivo è di soli 1.280 kg. La supercar italiana è stata inoltre ottimizzata ulteriormente nell’aerodinamica e nell’elettronica, ora maggiormente permissiva.

Fiat

Fiat 124 Spider S-Design
Fiat 124 Spider S-Design

124 Spider S-Design, la serie speciale che accentua la sportività

Esordisce in anteprima a Ginevra la nuova Fiat 124 Spider nella variante S-Design , una serie speciale (già disponibile per Tipo 5 porte e 500X) che sottolinea la sportività della roadster a due posti di casa Fiat. Basata sull’allestimento Lusso, si arricchisce di ulteriori dettagli di stile grazie a un pacchetto di accessori sviluppati da Mopar. La nuova collezione comprende roll-bar, montante anteriore e calotte degli specchietti retrovisori nella colorazione brunita. Completano la caratterizzazione estetica i cerchi in lega leggera da 17” dal design specifico, il badge tricolore sul posteriore e la banda adesiva rossa sulla fiancata. Accanto alla 124 verranno inoltre esposte la serie speciali Mirror di 500, 500X e 500L.

Ford

Ford Edge facelift
Ford Edge facelift

La rinnovata Edge arriva anche in Europa

La Suv dell’Ovale Blu presenta una rivisitazione estetica e alcune novità tecniche. Su tutte, la gamma motori: l’Edge sarà disponibile con un 2.0 EcoBlue bi-turbo diesel da 238 cv, affiancato dalla trazione integrale Intelligent All Wheel Drive. In alternativa, i “duemila” EcoBlue dispongono anche di altre due versioni da 150 e 190 cv, la prima abbinata a un cambio automatico a otto rapporti con trazione anteriore e la seconda disponibile con le quattro ruote motrici e cambio manuale a sei marce.

Un ulteriore updgrade di rilievo riguarda isistemi di assistenza alla guida. L’elenco comprende, fra l’altro, il lane keeping alert, il pre-collision assist e l’intelligent speed limiter. Non solo: debuttano tre inedite funzioni. La prima, il post-collision braking che, in caso di collisione, attiva automaticamente i freni per rallentare il veicolo. La seconda, l’evasive steering assist, aiuta il conducente a evitare urti con veicoli che procedono a rilento o rallentano improvvisamente. Infine, il cruise control diventa adattivo. I clienti potranno potrano ordinare un nuovo impianto audio B&O Play da 1.000 Watt insieme all’infotainment Sync3.

Honda

Honda CR-V hybrid
CR-V Hybrid

Al Salone con CR-V, Civic Type R TCR e molto altro

La nuova Honda CR-V, il suv più venduto al mondo, debutta in Europa al Salone di Ginevra. La grande novità è rappresentata della versione ibrida. Il sistema ibrido è l’Intelligent Multi-Mode Drive, con un 2.0 litri benzina affiancato a un motore elettrico. Il rinnovato suv continuerà a disporre anche del tradizionale turbo benzina da 1.5 litri. Non mancheranno poi un nuovo prototipo elettrico e i concept Sports EV e NeuV, quest’ultimo presentato al CES di Las Vegas. La Casa non tralascerà neppure l’aspetto corsaiolo. A tal proposito saranno presenti la divisione Motorsport, con la Civic Type R TCR, e una gamma racing a due e quattro ruote della Jazz “X-Road”.

Hyundai

Nuova Hyundai Santa Fe
Nuova Hyundai Santa Fe

La Santa Fe si aggiorna e la Kona diventa… elettrica

La quarta generazione della Santa Fe si presenta con linee moderne, a cui si aggiungono elementi interessanti come i gruppi ottici su due livelli e la massiccia Cascading Grille. Il look esterno è caratterizzato da un aspetto atletico e possente, con tratti che ne evidenziano il posizionamento al vertice della gamma. Il design degli interni combina un’elevata qualità a un layout a sviluppo orizzontale, che offre grande spaziosità e una maggiore visibilità. Le modifiche alle dimensioni (lunghezza 4,770 mm – larghezza 1,890 mm) la rendono ancora più imponente, garantendo un buon livello di comfort per i passeggeri grazie a un passo più lungo.

Fin da subito, in Hyundai tengono a precisare che si tratterà di un’auto particolarmente sicura. La Santa Fe adotterà un pacchetto completo dei più avanzati sistemi di sicurezza attiva firmati Hyundai Smart Sense. In tal proposto, il Rear Cross Traffic Collision Warning, sistema di rilevamento possibili urti posteriori, sarà potenziato dalla frenata automatica: durante una manovra in retromarcia, in condizioni di scarsa visibilità, il sistema non solo avvisa il guidatore, ma applica la frenata in modalità automatica se necessario. L’equipaggiamento comprenderà anche il Rear Occupant Alert, sistema di avviso che rileva la presenza di persone sul divano posteriore alla chiusura del veicolo. La Casa esporrà anche la Kona Electric. L’inedita variante, che rappresenta il primo suv ev del gruppo, potrà essere equipaggiata con due differenti batterie: motore elettrico da 150 kW e batterie da 64 kWh (garantirà un’autonomia fino a 470 km) oppure 99 kW e 39,2 kWh (fino a 300 km).

Jaguar

Jaguar I-Pace
Jaguar I-PACE concept

Arriva la I-Pace di serie

Ci siamo. Dopo gli ampi consensi ottenuti dalla concept, la Jaguar presenterà la I-Pace di serie. Le due unità elettriche, piazzate sugli assi anteriore e posteriore, assicurano la trazione integrale e generano una potenza e una coppia totali di 400 CV (700 Nm). La batteria è agli ioni di litio ed ha una capacità di 90 kWh. Per la ricarica viene dichiarato un rifornimento all’80% in 90 minuti con una presa da 50 kW a corrente continua. Con I-Pace, il costruttore britannico controllato da Tata ha cominciato la “conversione” che dovrebbe condurlo ad offrire fra il 30 e del 40% della gamma in versione elettrificata già entro il 2020.

“Il feedback ricevuto sulla I-Pace Concept è stato fantastico – ha commentato Ian Callum, il direttore del design di Jaguar – Abbiamo infranto tutte le regole per creare un veicolo con un look da supercar, prestazioni sportive e la versatilità di un suv. Ha sorpreso molte persone e l’entusiasmo generato dal nostro primo veicolo elettrico ha superato le mie aspettative”. “Guidare la concept in strada e vederla nel mondo reale è molto importante per i progettisti”, ha aggiunto a proposito della “escursione” londinese.

Lamborghini

Lamborghini Urus
Lamborghini Urus

La Suv secondo Sant’Agata Bolognese

L’interpretazione moderna di una Suv, secondo la Lamborghini, si chiama Urus. Non è la prima volta che il toro si cimenta con un veicolo del genere. In molti ricorderanno la fuoristrada LM002, che può essere considerata la sua antesignana. Progettata per risultare estremamente performante in ogni situazione sfrutta un 4.0 V8, abbinato a un cambio automatico a otto rapporto. Il motore è in grado di erogare 650 cv a 6.000 giri e ben 850 Nm di coppia da 2.250 giri. “Numeri” che permettono alla grossa suv bolognese di raggiungere i 305 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in soli 3,6 secondi e allungare fino a 200 km/h in 12,8.

L’auto è dotata di trazione integrale con differenziale centrale tipo Torsen che invia nelle condizioni normali il 60% della coppia alle ruote posteriori (può arrivare fino all’87%). Non manca poi un sistema di quattro ruote sterzanti, con quelle posteriori che ruotano fino a 3° e l’assetto è dotato di sofisticate sospensioni a controllo elettronico con ammortizzatori ad aria la cui risposta può variare in base ai diversi programmi di guida. Per far fronte a prestazioni del genere e rallentare un veicolo dalla massa superiore ai 2.200 kg c’è anche un super impianto frenante costituito da dischi carboceramici, con quelli anteriori da 440 mm di diametro.

Kia

kia ceed
Nuova Kia Ceed

Kia Ceed: senza apostrofo (nel nome) e con nuovi contenuti

La terza generazione della Kia Ceed (ora il nome diventa senza apostrofo) continua ad offrire un passo di 2,65 metri, ma cresce di 2 centimetri in larghezza e perde 23 millimetri in altezza (1,45 metri). Nel complesso è più filante ed aerodinamica con i due centimetri risparmiati all’anteriore trasferiti al posteriore. Una soluzione che amplia di 15 litri la disponibilità di spazio per i bagagli (395), oltre che per i passeggeri. Del completo equipaggiamento di serie fanno parte, tra l’altro, il sistema di ricarica a induzione per i cellulari e i sedili anteriori riscaldabili. Dentro il cofano due unità sovralimentate inedite affiancano l’offerta del turbo benzina T-GDi da 1.0 litri e 120 cv: il 1.4 T-GDi da 140 cv e il 1.6 CRDi da 115 o 136 cv. Entrambi sono disponibili, su richiesta, anche con la trasmissione automatica a doppia frizione a sette rapporti.

McLaren

McLaren Senna
McLaren Senna

La supercar che omaggia Senna

Gli appassionati di supercar e di Formula1 dovranno fare una tappa obbligata alla McLaren. In costruttore esporrà la Senna, il nuovo modello della gamma, un omaggio ad Ayrton Senna. Dopo quella di Formula 1, la McLaren Senna è la più vettura leggera della casa britannica. Pesa meno di 1.200 kg, 1.194 per l’esattezza.

È alimentata da un brutale motore V8 turbcompresso da 4.0 litri da 800 CV e 800 Nm di coppia: è il più potente mai montato da una McLaren stradale. Propulsore e trazione sono al posteriore. Il rapporto peso/potenza fa venire i brividi: 668 CV per tonnellata. Collezionisti ed appassionati non devono tentennare: la produzione è di appena 500 esemplari, alcuni dei quali certamente già venduti. Gli pneumatici sono “italiani”, ovvero i Pirelli P Zero Trofeo R sviluppati appositamente per questo modello.

Mercedes-Benz

Nuova Mercedes Classe A
Nuova Mercedes Classe A

Novità per tutti i gusti, dalla sportiva all’ammiraglia

A Ginevra la Mercedes sarà presente in forze, con un nutrito elenco di novità. In primis, la Stella metterà in mostra la nuova Classe C, sia nella variante berlina sia in quella station. Al suo fianco un’altra “prima” molto attesa dai petrolhead ovvero la versione a quattro porte della AMG GT Coupé. A rincarare la dose ci penserà poi la rinnovata Classe A: il suo design esterno è in linea con il passato recente, mentre cambia molto quello interno, specialmente per quanto riguarda il quadro strumenti. Il tutto in abbinamento al nuovo sistema multimediale MBUX che, stando a quello che anticipa Mercedes, avrebbe caratteristiche analoghe a quelle dei sistemi operativi per smartphone più evoluti.

Ancora: il pubblico potrà inoltre osservare l’ammodernata Classe G (presentata poco fa al Salone di Detroit) e la Classe X con propulsore 6 cilindri da 258 CV e trazione integrale permanente. Ampio spazio anche per la mobilità del futuro, quindi per il brand EQ, che dovrebbe proporre una nuova proposta per i prodotti del futuro. Infine, la Mercedes-Maybach sfrutterà la kermesse per presentare la propria ammiraglia, la Mercedes-Maybach Classe S.

Peugeot

Nuova Peugeot 508
Nuova Peugeot 508

Debutto in società per le nuove Peugeot 508 e Rifter

La nuova Peugeot 508 si rinnova in maniera consistente. La seconda generazione della vettura francese risulta quattro centimetri più corta rispetto al modello cui subentra e abbandona la configurazione a tre volumi, per assumere le forme di una fastback coupè a cinque porte. La Casa parla di una nuova architettura bassa e raccolta e di un nuovo design esterno filante e di impatto.

Non solo: gl’interni propongono un’interpretazione inedita del Peugeot i-Cockpit. L’obiettivo della nuova 508 è diventare la portabandiera mondiale della crescita del marchio. La gamma motori è annunciata “best in class” per le emissioni di CO2, calcolate con la nuova procedura WLTP. Le unità benzina sono il PureTech da 1.6 litri sia 180 S&S con cambio automatico a 8 marce e sia 225 S&S (esclusivo della versione GT). I propulsori a gasolio sono i BlueHDi da 1.5 litri e da 2.0 litri declinati come 130 S&S (anche con cambio manuale), 160 S&S e 180 S&S.

A Ginevra debutterà anche il nuovo Rifter. L’Mpv avrà cinque o sette posti, con interni modulabili e flessibili. La capacità del bagagliaio oscilla tra 775 e 4 mila litri di capacità. Fra le inedite soluzioni c’è un vano refrigerato che può arrivare fino a 186 litri. Il veicolo è equipaggiato con l’i-Cockpit (lo schermo capacitivo è da 8 pollici) e adotta motorizzazioni efficienti con una dotazione tecnica di ultimissima generazione. “Erede del Partner Tepee, il Rifter punta a conservare le caratteristiche essenziali di volume, robustezza, modularità e compattezza” spiega Keith Ryder, responsabile del design del modello. I motori disponibili sono il PureTech Turbo benzina da 1.2 litri con filtro anitparticolato GPF e il BlueHDi da 1.5.

Porsche

Porsche 911 GT3 RS
Porsche 911 GT3 RS

911 GT3 RS: più cattiva che mai

La divisione motorsport di Porsche presenterà l’ultimo progetto nato dalle officine di Weissach: la 911 GT3 RS con telaio da corsa e motore 4.0 litri aspirato da 520 cv. La nuova sportiva si basa sulla 911 GT3, ulteriormente ottimizzata per incrementare ulteriormente le performance: la GT3 RS accelera da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi e raggiunge una velocità massima di 312 km/h.

Come per tutte le sportive GT già presentate è disponibile, senza costi aggiuntivi, il pacchetto Clubsport: include un roll-bar, un estintore manuale, la predisposizione per l’interruttore per scollegare la batteria e una cintura di sicurezza a sei punti per un’esperienza di guida sportiva più estrema. I più esigenti potranno optare, su richiesta, anche per il pacchetto Weissach. Quest’ultimo comprende componenti in fibra di carbonio supplementari per il telaio, gli interni e la carrozzeria, oltre a cerchi in magnesio opzionali. Nella configurazione più leggera, il pacchetto consente di ridurre il peso della 911 GT3 RS a soli 1.430 kg.

Renault

Renault Zoe
Renault Zoe

Novità per Renault, Dacia e Alpine

Il gruppo Renault esporrà numerose novità, a partire da una nuova concept car ispirata al mobilità urbana condivisa, della quale attualmente non si conoscono i dettagli, e un allestimento esclusivo per la Talisman. Il marchio, inoltre, porterà al debutto il motore elettrico R110, per la Zoe, e la nuova generazione di motori benzina Energy TCe da 1.3 litri.

Il lato più sportivo, rappresentato dall’Alpine, catturerà l’attenzione degli appassionati con la presentazione del programma sportivo che porterà le nuove A110 Cup sulle piste del Vecchio Continente. Nono solo: la piccola sportiva amplierà la propria gamma con l’introduzione dei nuovi allestimenti Pure e Légende, caratterizzati da dotazioni specifiche. Dulcis in fundo, la Dacia, che dopo aver introdotto sul mercato la nuova Duster (qui la nostra guida all’acquisto) sarà presente alla kermesse svizzera con una nuova limited edition dedicata alla famiglia Stepway.

Seat

Seat Tarraco
Teaser Seat Tarraco

Il terzo suv della gamma si chiamerà Tarraco

La Casa spagnola, che ha recentemente presentato il brand Cupra, dovrebbe mettere in mostra la sua terzo Suv, la Terraco, il cui nome è stato scelto attraverso una votazione popolare sui social. Tale nome è stato preferito dai fan alle altre denominazioni finaliste Avila (secondo nome più votato con quasi il 29%), Aranda, e Alboran. Tarraco ha ottenuto 51.903 preferenze, cioè il 35,52% dei consensi.

Seat voleva annunciare il nome già diversi mesi fa, ma aveva poi deciso di posticipare tutto per via del caos istituzionale in Catalogna. Tarraco, cioè l’antico nome dell’attuale Tarragona, è stato il più antico insediamento romano nella penisola iberica. È la prima volta che Seat lascia scegliere il nome di un’auto al “pubblico”. Con Seat Tarraco salgono a 14 i veicoli del costruttore che portano il nome di un luogo della Spagna.

Skoda

Skoda Kodiaq
Skoda Kodiaq

Kodiaq L&K: la versione al top di gamma

La Skoda Kodiaq L&K è il nuovo top di gamma dei suv del costruttore boemo. Pertanto, rappresenta la versione dotata dell’allestimento più completo. A livello meccanico debuttano due nuovi motori turbo benzina: un 1.5 litri da 150 cv e un 2.0 litri da 190. Il millecinque è disponibile sia a due sia a quattro ruote motrici, il duemila solo 4×4. Entrambi sono abbinati alla trasmissione automatica a doppia frizione Dsg. Al suo fianco il pubblico potrà osservare il restyling della Fabia e l’introduzione dei model year aggiornati della Octavia, della Superb e della Kodiaq, ma ci sarà spazio anche per la Vision X Concept. Si tratta di un inedito prototipo dalle forme originali, i cui stilemi moderni potrebbero presto caratterizzare i modelli di serie.

SsangYong

Ssangyong E-Siv
Ssangyong E-Siv

Inedito pick-up e concept elettrico

SsangYong toglierà i veli al pick-up Musso, un parente stretto del Rexton. Il costruttore non ha rivelato troppi dettagli, ma ha fatto sapere che la struttura del telaio quadrangolare è la stessa. L’obiettivo è quello di offrire un veicolo resistente per assicurare eccellenti prestazioni di guida fuoristrada e garantire un alto livello di sicurezza. Il pick-up Musso sarà a quattro ruote motrici. Il prototipo E-Siv (acronimo di Electronic Smart Interface Vehicle), invece, è una vettura di segmento C con la quale SsangYong vuole dire la propria nel campo della mobilità connessa, autonoma e a zero emissioni. La casa coreana beneficia sicuramente del know-how di Mahindra, impegnata da anni in Formula E e dalla scorsa stagione anche con un crescente successo.

Subaru

Teaser -Subaru Viziv Tourer Concept
Teaser -Subaru Viziv Tourer Concept

Pronta a stupire con una nuova Concept

Dopo cinque anni dalla prima Viziv Concept, il Salone di Ginevra per Subaru sarà l’occasione per mostrare al pubblico un inedito prototipo della serie Vision for Innovation. Attualmente sul suo conto sappiamo solamente che si chiamerà Viziv Tourer Concept e che, con tutta probabilità, avrà un design ispirato alle station wagon.

Volvo

Nuova Volvo V60
Nuova Volvo V60

V60, la station che sfida le tedesche

La Volvo V60 ha il compito di proporsi quale alternativa a blasonate tedesche come: Audi A4 Avant, Bmw Serie 3 Touring e Mercedes Classe C SW. Per farlo, oltre a un design ricercato, punta molto sulla tecnologia. Con questa station wagon Volvo fa debuttare nel segmento D il suo sistema di frenata di emergenza in grado di riconoscere pedoni, ciclisti e anche animali. Si tratta di uno tanti dispositivi di aiuto alla guida che fanno parte del corredo tecnico della svedese.

Come i più recenti modelli della Casa svedese, anche la nuova V60 è costruita sulla piattaforma modulare SPA. Inizialmente sarà disponibile con i motori della sorella XC60, a partire dai T5 e T6 rispettivamente da 250 e 310 cv, abbinati alla trazione integrale. Mentre l’alternativa diesel sarà composta dal D3 da 150 cv e dal D4 da 190 cv. Non mancheranno poi le versioni ibride: T6 sviluppa 340 cv oppure T8 da 390 cv.

___

Post in aggiornamento. 

 

Articoli precedente

Nuova Audi A6: nuovo stile e tanta tecnologia

Articolo successivo

Jaguar I-Pace: il suv diventa elettrico e sportivo