Home»Auto sportive»Di Grassi supera Wehrlein sul traguardo e vince l’ePrix di Città del Messico

Di Grassi supera Wehrlein sul traguardo e vince l’ePrix di Città del Messico

0
Condivisi
Pinterest Google+

Di Grassi supera Wehrlein sul traguardo e vince l’ePrix di Città del Messico

Lucas di Grassi (Audi Sport Abt Schaeffler) ha tagliato per la terza volta in testa l’ePrix di Città del Messico. Ma “solo” per la seconda volta vinto la gara, la quarta di questa quinta stagione di Formula E. Il successo, il nono nel circuito elettrico, va attribuito alla sua pazienza. Il brasiliano, scattato dalla prima fila, è riuscito solo nel finale a riprendersi la piazza d’onore, grazie anche ad un errore di Oliver Rowland (Nissan e.Dams).

Il poleman di Mahindra, penalizzato di 5”, ha chiuso al sesto posto

Ed a pochi metri dal traguardo ha superato Pascal Wehrlein (Mahindra), il tedesco che alla sua terza partenza aveva ottenuto la pole e rimasto in testa per l’intera gara. L’ePrix messicano è durato cinque minuti in meno per via della bandiera rossa decisa dai commissari dopo la prima partenza. Nelson Piquet jr (Panasonic Jaguar) ha provato un improbabile sorpasso a spese di Jean Eric Vergne (DS Techeetah) ed è “decollato” con la sua monoposto. Dopo il secondo via, nel primo terzo di gara erano stati contabilizzati 63 sorpassi, ma nessuno ha veramente inciso sul risultato finale. Alla fine tutto si è risolto nell’ultimo giro. Sia Rowland sia Sébastien Buemi sono rimasti a secco di energia e dalla terza e quarta posizione sono precipitati in coda e squalificati.

D’Ambrosio torna in testa alla classifica piloti

La penalità inflitta a Wehrelin (5 secondi per aver tagliato una curva e esito alla fine) ha portato sul podio Felix Da Costa (Bmw i Andretti) ed Edoardo Mortara (Venturi). Jerome D’Ambrosio (Mahindra) ha chiuso quarto ed ha riconquistato la testa del campionato con 53 punti contro i 46 di Da Costa ed i 45 di Sam Bird (Envision Virgin Racing). Il britannico era partito dall’ultima posizione e si piazzato nono, alle spalle di Felipe Massa (Venturi). Il brasiliano è andato per la prima volta a punti. Tra i costruttori Mahindra (83) ha scavalcato la Envision Virgin (73). La Bmw i Andretti è terza con 64. La Formula E prosegue fra tre settimane, il 10 marzo, ad Hong Kong.

 

Articoli precedente

Mercedes Classe B: novità di sostanza per la tourer tedesca

Articolo successivo

Nel Rally Svezia il settimo sigillo di Tanak (Toyota), ora in testa al WRC