Home»Auto sportive»Formula E, di Grassi (Audi) vince l’ePrix di Berlino e avvicina Vergne

Formula E, di Grassi (Audi) vince l’ePrix di Berlino e avvicina Vergne

0
Condivisi
Pinterest Google+

Formula E, di Grassi (Audi) vince l’ePrix di Berlino e avvicina Vergne

La Formula E torna all’antico: a Berlino, nel decimo ePrix stagionale, ha vinto Lucas di Grassi (con il giro veloce) davanti a Sébastien Buemi ed a Jean Eric Vergne. Cioè un podio composto dagli ultimi tre campioni del mondo del campionato a zero emissioni. Il brasiliano dell’Audi Sport ABT Schaeffler ha confermato la sua predilezione per la capitale della Germania, dove non aveva mai vinto ma era sempre salito sul podio.

La capitale tedesca porta bene alla Audi Sport ABT Schaeffler

In realtà, senza la squalifica della prima edizione, quando aveva tagliato per primo il traguardo, il suo palmare sarebbe ancora più ricco. Lo scorso anno a Berlino si era imposto il compagno di squadra Daniel Abt, sesto oggi. Buemi (Nissan e.Dams) era scattato dalla pole, davanti a Stoffel Wandoorne (HWA Racelab). Lucas di Grassi li ha passati entrambi nella stessa curva nel giro di pochi una manciata di secondi: dopo meno di 8 minuti aveva guadagnato il comando della corsa, che non ha più lasciato.

Vergne sempre al comando della classifica iridata

L’elvetico non saliva sul podio del luglio dello scorso anno. Vergne (DS Techeetah) ha recuperato sei posizioni, dalla nona fino al podio. L’ePrix di Berlino sembra aver ristabilito, almeno in parte, equilibri quasi “naturali”. Vergne si è portato a quota 102 ed è inseguito da di Grassi (96): il francese ed il brasiliano sono i due soli piloti ad aver centrato due successi in questa stagione. Andrè Lotterer, l’altro pilota della DS Techeetah, è scivolato solo in terza posizione malgrado non abbia concluso la gara. Antonio Felix Da Costa (Bmw i Andretti) è risultato quarto in gara ed è quarto anche nella graduatoria iridata.

La Formula E continua in Svizzera, a Berna, tra un mese

Sono ormai quasi scomparsi dai radar Jerome D’Ambrosio (Mahindra) e Sam Bird (Envision Virgin): il belga è andato in bianco per la terza volta di fila, mentre il britannico è rientrato nella Top 10 di una gara a tre mesi di distanza dall’ultima volta. Fra i team, la DS Techeetah è sempre al comando, ma Audi Sport ha ridotto lo svantaggio ed è seconda. A Berna, tra un mese, l’undicesimo ePrix, il terzultimo della stagione.

Articoli precedente

Nuova puntata TV: elettrica sì o elettrica no ?

Articolo successivo

FCA verso la Francia: indiscrezioni su intesa con Renault (e non con PSA)