Home»Auto sportive»Buemi vince a New York: prima vittoria Nissan in Formula E. Vergne in bianco

Buemi vince a New York: prima vittoria Nissan in Formula E. Vergne in bianco

0
Condivisi
Pinterest Google+

Buemi vince a New York: prima vittoria Nissan in Formula E. Vergne in bianco

A due anni di distanza dall’ultima vittoria in Formula E, Sébastien Buemi è tornato a vincere: il pilota della Nissan e.Dams (alla prima affermazione nel circuito elettrico) ha trionfato nel primo dei due ePrix di New York che chiudono la sesta stagione. Lo svizzero era partito dalla pole (la terza di questo campionato per lui, la sesta per la scuderia) ed esattamente come aveva fatto Jean Eric Vergne (DS Techeetah) a Berna è rimasto al comando dall’inizio fino alla fine.

Evans (Jaguar) secondo come a Berna. Terzo Da Costa (Bmw)

Alle spalle di Buemi, invece, si è scatenata una avvincente lotta, costellata da tamponamenti e diversi errori che è costata i punti a Vergne. E nonostante una safety car, la pista non è mai stata completamente pulita dai rottami di alcuni monoposto. Sul podio sono saliti anche Mitch Evans (Panasonic Jaguar), che per qualche secondo era stato anche il secondo della generale, e Antonio Felix Da Costa (Bmw i Andretti). La casa bavarese ha gioito anche per il quarto posto di Alexander Sims.

La rimonta di di Grassi (Audi): dal 14° al 5° posto

La gara elettrica della Grande Mela è stata positiva soprattutto per Lucas di Grassi (Audi Sport Abt Schaeffler), che si è piazzato quinto. Il brasiliano, che era partito 14°, ha rosicchiato 10 punti a Vergne e domenica prova una nuova (quasi) impossibile rimonta: il francese lo precede di 22 lunghezze. Sulla carta anche Evans (105 punti contro i 130 del campione del mondo in carica) può ancora puntare al titolo. Per la DS Techeetah la prima delle due gare di americane è stata un disastro.

Vergne (DS Techeetah) a secco dopo due carambole

Vergne, decimo in griglia, partiva meglio dei rivali, ma dopo 5 minuti di gara accusava già 56” di ritardo per via di una carambola con altri piloti. Dopo essere risalito fino al decimo posto (e con il punto del giro veloce in tasca) è rimasto vittima di un nuovo incidente con imbottigliamento ed ha tagliato il traguardo in 15° posizione. Il compagno di squadra André Lotterer (in predicato di passare alla Porsche nella prossima stagione) non è mai stato realmente in gara. Anche lui è stato coinvolto in due incidenti. La DS Techeetah dovrà lottare anche per difendere il primato a squadre, visto che la Audi ha ridotto il distacco da 43 a 24 punti (Daniel Abt, riconfermato con di Grassi anche per la prossima stagione, ha incamerato il punto del giro veloce oltre a quelli del sesto posto).

Articoli precedente

Al volante della nuova Honda HR-V Sport: una Suv (compatta) di carattere

Articolo successivo

Frijns vince a New York, a Vergne (DS Techeetach) il secondo titolo di fila