Home»Auto sportive»La prossima hypercar della McLaren sarà ibrida. E arriverà nel 2024

La prossima hypercar della McLaren sarà ibrida. E arriverà nel 2024

0
Condivisi
Pinterest Google+

A ciascuno la sua hypercar elettrificata: per quella di McLaren, secondo la bene informata testata britannica Autocar, ci sarà da pazientare fino al 2024. Sulla base delle indiscrezioni e delle ricostruzioni, la vettura non sarà a zero emissioni. La hypercar di McLaren dovrebbe avere un sistema ibrido sull’asse anteriore, mentre su quello posteriore agirebbe un motore convenzionale a benzina. O, forse, la variante ibridizzata (plug-in) del V6 impiegato sulla Sport Series. Circa l’anno e l’elettrificazione esiste l’ufficialità, visto che la rivista specializzata cita direttamente il Ceo Mike Flewitt. Il nuovo modello è destinato a succedere alla Elva, l’esclusiva serie da 249 esemplari da 1,7 milioni di euro (minimo) con 815 CV di potenza.

Hypercar “solo” ibrida perché McLaren teme i tempi di ricarica

La filosofia che accompagnerà lo sviluppo della nuova P1 ibrida (fra il 2013 ed il 2015 ne erano stati realizzati 375 esemplari equipaggiati con il V8 da 3.8 litri da 737 CV abbinato all’unità elettrica da 179) è tuttavia diverso, almeno negli annunci, rispetto a quello di modelli come la Lotus Evija o come la Pininfarina Battista. McLaren non punta agli “eccessi” o ai record, anche perché dalla sua ha sempre il forte richiamo del nome. Con la P1 GTR da corsa e senza omologazione stradale aveva tuttavia offerto 1.000 CV, peraltro riservati ad appena 35 clienti, tra l’altro già proprietari di una P1. La scelta ibrida lasciata intendere da Flewitt è legata ai tempi di ricarica: ma fino al 2024 la situazione potrebbe essere cambiata. E di molto.

 

Articoli precedente

Audi, Hyundai, Mercedes ripartono in Ungheria, Repubblica Ceca e Austria

Articolo successivo

Altri ribassi sui prezzi di benzina e diesel. Da maggio i tagli alla produzione