Home»Auto sportive»Koenigsegg Gemera, ibrida esagerata da 1.700 CV e motore a tre cilindri

Koenigsegg Gemera, ibrida esagerata da 1.700 CV e motore a tre cilindri

0
Condivisi
Pinterest Google+

Koenigsegg Gemera, ibrida esagerata da 1.700 CV e motore a tre cilindri

La Koenigsegg Gemera è una hypercar di quasi 5 metri di lunghezza “travestita” da Gran Coupé, un tipo di carrozzeria che è in, come dire, in corso di rilancio. Il bolide svedese, difficile definirlo diversamente, monta un sistema ibrido che raggiunge spaventosi 1.700 CV di potenza e 3.500 Nm di coppia. A poterla avere saranno soltanto 300 verosimilmente ricchissimi clienti, che dovranno peraltro aspettare almeno fino al 2022, anno in cui sono previste le prime consegne. La quattro posti scandinava dispone di un turbo a tre cilindri da 2.0 litri  che da solo arriva a 600 CV.

Tre unità elettriche, uno per ruote al posteriore ed uno sull’albero motore

Sulla Koenigsegg Gemera questa unità è abbinata a tue propulsori a zero emissioni: i due piazzati sulle ruote posteriori sono da 500 CV e 1.000 Nm ciascuno, mentre quello collegato all’albero motore arriva a 400 CV e 500 Nm. A parte che a guadagnare titoloni, non è ben chiaro a cosa serve un’auto del genere, peraltro accreditata di 400 km/h. Lo spunto da 0 a 100 all’ora avviene in meno di 2 secondi. La batteria è da 15 kWh e, assicura il costruttore, è posizionata nel posto più sicuro dell’auto: ben protetta sotto il sedile anteriore. L’accumulatore ad altissima tensione (800 Volt) garantisce un’autonomia elettrica di 50 chilometri, ma “solo” fino ai 300 orari.

Trasmissione a rapporto unico brevettata per la Koenigsegg Gemera

In condizioni di guida normale, la Koenigsegg Gemera viene accreditata di una percorrenza fino a 1.000 chilometri. Insolita è anche la trasmissione, brevettata dallo stesso costruttore e praticamente monomarcia. In quanto Gran Coupé, la hypecar con 3 metri di passo e meno di 1,3 di altezza, offre anche soluzioni lussureggianti. E inevitabilmente superflue, come otto portavivande riscaldati o raffreddati, a seconda delle necessità. Ma ci sono anche le ruote posteriori sterzanti per migliorare la dinamica di guida, oltre a vari sistemi di assistenza alla guida. Consumi e prezzi restano per il momento avvolti nel mistero.

 

 

Articoli precedente

Cupra Formentor, prima auto esclusiva del brand, arriva entro fine anno

Articolo successivo

Bridgestone e i Centri Guida Sicura ACI-Sara assieme per il terzo anno