Home»Auto sportive»Maserati MC20: un prototipo speciale con livrea dedicata a Sir Stirling Moss

Maserati MC20: un prototipo speciale con livrea dedicata a Sir Stirling Moss

0
Condivisi
Pinterest Google+

Un prototipo della nuova Maserati MC20 omaggia Sir. Stirling Moss, recente scomparso all’età di 90 anni. Le particolari grafiche della vettura riprendono quelle della Maserati Eldorado. Storica monoposto portata al debutto, nel 1958, da Moss sul tracciato di Monza. In occasione del Trofeo dei due mondi. La presentazione dell’iniziativa, non a caso, ricade in una giornata particolare. Il 13 maggio del 1956 il pilota inglese vinse il GP di Formula 1 a Monaco, alla guida di una Maserati 250 F.

Moss è uno dei piloti più vincenti tra quelli che non hanno mai potuto festeggiare il titolo iridato, con 16 vittorie su 66 Gran Premi disputati in Formula 1. Ha sfiorato il mondiale in più di un’occasione, classificandosi al secondo posto per quattro volte e terzo in tre campionati. Per questo motivo si era guadagnato il soprannome di “re senza corona”. Nella stagione del 1956 e in alcune gare del ’57, Moss è stato alla guida di una Maserati 250F (“la sua preferita”, come amava ricordare), battuto solamente da Juan Manuel Fangio. L’elenco delle vetture del Tridente guidate da Moss sono molteplici e comprendono, tra l’altro, la Tipo 60 Birdcage, Tipo 61 e 300 S.

Tornando ai tempi nostri, la pandemia ha rallentato i piani di rilancio della Casa, che avrebbe dovuto presentare in maggio la nuova Maserati MC20. Il costruttore italiano aveva diffuso alcuni scatti del bolide ancora camuffata agli inizi del mese di marzo. Il congelamento delle attività scattato in Italia lo scorso 9 marzo ha costretto alla revisione dei piani, almeno parziale.

L’esibizione del modello avverrà solo dopo l’estate. Anche se non esistono conferme ufficiali (non ancora, almeno) l’avvio della produzione e della commercializzazione della Maserati MC20 dovrebbero slittare di qualche mese. Tutto è rinviato almeno a settembre. Attesa sia come coupé sia come cabrio, la sportiva sarà il primo modello della gamma ad adottare inediti propulsori a sei cilindri. Motori che in un secondo momento saranno declinati anche ad altri modelli e disponibili in variante elettrificata.

Articoli precedente

Il Covid-19 fa bene alle auto ricaricabili, quota a batteria al 6,8% in Europa

Articolo successivo

Triggo, quadriciclo elettrico ad assetto variabile con passaporto polacco