Home»Auto sportive»Mini John Cooper Works GP, la Mini di serie più potente della storia

Mini John Cooper Works GP, la Mini di serie più potente della storia

0
Condivisi
Pinterest Google+

Mini John Cooper Works GP, la Mini di serie più potente della storia

Tremila esemplari da oltre 300 CV: la terza edizione della Mini John Cooper Works GP verrà commercializzata nel 2020. La nuova versione limitata ad alte prestazioni è stata presentata sulla Nordschleife prima della 24 Ore del Nurburgring. Le due precedenti serie litigate risalgono al 2006 ed al 2012, mentre il concept di quella che arriverà era stato esibito in anteprima all’ultimo Salone di Francoforte (le assenze di quest’anno sono salite a 25 marchi, inclusi gruppi francesi, ma anche Fiat, Jeep e Alfa Romeo).

Mezzo minuto in meno sul giro lungo il tracciato dell’Inferno Verde

Il modello non è ancora pronto per la produzione di serie, ma il costruttore ha fatto sapere che la nuova Mini John Cooper Works GP monterà un quattro cilindri turbo da oltre 300 CV. Un scelta che ne farà la Mini di serie con omologazione stradale più veloce e potente di sempre. Le confermerebbe anche il tempo di cui è accreditata sul giro nell’Inferno Verde. Si parla di almeno mezzo minuto in meno rispetto agli 8:23 della precedente GP.

Mini John Cooper Works GP con spoiler e retrovisori avveniristici

Tra gli elementi che contraddistinguono il modello ci sono le prese d’aria sul cofano e sul tetto, i cerchi da 19′‘ ed il particolare spoiler posteriore a due colori. Ma la Mini John Cooper Works esibisce anche particolari retrovisori esterni dal design molto aerodinamico. Lo spartano abitacolo in configurazione da competizione dispone anche di uno head-up display. Tra i sedili del conducente e del passeggero anteriore è stato anche piazzato un estintore.

 

Articoli precedente

In Costa Smeralda con la sportivissima familiare Audi S6 Avant

Articolo successivo

Ford Puma, il nuovo crossover ispirato ai suv dal bagagliaio sorprendente