Home»Auto sportive»Alamdari “rivede” Mormon Meteor, bolide dei record degli anni ’30

Alamdari “rivede” Mormon Meteor, bolide dei record degli anni ’30

0
Condivisi
Pinterest Google+

A volte ritornano: il designer Mehdi Alamdari ha deciso di rilanciare Mormon Meteor, un modello con il quale il pilota Ab Jenkins aveva stabilito diversi record di velocità negli anni Trenta. Il primato sulle 24 Ore verbalizzato nel 1935 (218,18 km/h) sul circuito di Bonnevlle Salt Flats, nello Utah, ha resistito addirittura fino al 1961. Oltre 80 anni fa, sull’ora, Jenkins aveva avvicinato i 250 orari, 247,79 km/h. Mormon Meteor è il “nome d’arte” dell’auto, che in realtà era una Dusenberg SJ Speedster. Nella sua versione più evoluta la Mormon Meteor I vantava una potenza di 400 CV, cioè quella sprigionata dall’unità otto cilindri in linea da 6.9 litri.

La sua erede, la Mormon Meteor III fabbricata nel 1937 in modo da poter alloggiare il motore di un aereo, sviluppava addirittura 750 CV (26 litri di cilindrata di un V12): nel 1939 Jenkins la guidò per 12 ore stabilendo un altro primato di a 275 km/h di media. Il designer Mehdi Alamdari ha deciso di rivisitare il modello, una sorta di omaggio ad un bolide che, nel 2004, a Pebble Beach, era stato battuto all’asta per poco meno di 4 milioni di euro, prima di venire restaurato e poi conquistare numerosi premi. Della “vecchia” supercar, Alamdari non ha tuttavia conservato molto, a parte la griglia e la posizione delle prese d’aria dietro i due sedili.

 

Articoli precedente

Fiat 500 di Lego: potrebbe diventare realtà con il vostro aiuto

Articolo successivo

Prezzi dei carburanti aumentati in agosto. GPL e metano in calo