Home»Auto sportive»Il pick-up Ranger Rally Raid monterà il biturbo da 3.5 litri della Ford GT

Il pick-up Ranger Rally Raid monterà il biturbo da 3.5 litri della Ford GT

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il pick-up Ranger Rally Raid monterà il biturbo da 3.5 litri della Ford GT

Il Ford Ranger Rally Raid diventa ancora più estremo. Ci hanno pensato la società sudafricana Neil Woolridge Motorsports, specializzata nelle elaborazioni di modelli dell’Ovale Blu. In vista della stagione 2020, il pick-up più venduto negli Stati Uniti (e quindi anche al mondo) è stato aggiornato.

La versione per l’Australia sarà basata sul Raptor

Il nuovo motore del modello da competizione è il V6 biturbo da 3.5 litri che dovrebbe disporre di più cavalli rispetto ai 350 “ordinari” (570 Nm di coppia). Il dato ufficiale non è ancora stato reso noto. Si tratta di un propulsore estremamente “nobile”: Ford lo impiega perfino sulla GT. Questa unità sostituisce il precedente V8, che continuerà tuttavia a venire impiegato fino al debutto dell’inedito Ford Ranger Rally Raid. Per i clienti australiani, che esigono prestazioni ancora più importante (malgrado i limiti severi ed i controlli anche più rigorosi), potrebbe venire realizzata anche una versione basata sul Ranger Raptor da 460 CV.

Serbatoio da 480 litri di benzina per il Ford Ranger Rally Raid

Sul pick-up per le competizioni il nuovo V6 non viene montato sotto il cofano, ma dietro all’equipaggio per garantire una migliore distribuzione dei pesi. La Neil Woolridge Motorsports è intervenuta anche su altri “dettagli”, tra le altre sulle sospensioni indipendenti dell’asse posteriore, oltre che sull’allargamento del telaio con laminati in fibra di carbonio. L’obiettivo è quello di alleggerire il pick-up, anche se il serbatoio ha una capacità di 480 litri.

 

Articoli precedente

FCA e Engie Eps insieme per le Easy Wallbox. E per un impianto da record

Articolo successivo

Chevrolet Menlo, il crossover del Cravattino basato sulla Bolt per la Cina