Home»Auto sportive»Felino CB7R, supercar in 10 esemplari, araba fenice che arriva dal Canada

Felino CB7R, supercar in 10 esemplari, araba fenice che arriva dal Canada

0
Condivisi
Pinterest Google+

Felino CB7R, supercar in 10 esemplari, araba fenice che arriva dal Canada

La Felino CB7R è un’altra supercar che la stragrande maggioranza degli automobilisti può solo sognare di avere. E immaginare di guidarla può essere un incubo dato che la produzione sarà assai più che limitata: ne sono previsti solo 10 esemplari. Ciascuno dei quali difficilmente costerà meno di 330.000 euro, anche se molto dipende dal tipo di allestimento, che è praticamente “a richiesta”.

Versione “base” della due posti con motore da 6.2 litri

Il bolide che arriva dal Canada è accreditato di una velocità massima di 345 km/h. In barba alle preoccupazioni sulle emissioni e sull’inquinamento il costruttore della Felino CB7R (la R sta per “stradale”, road in inglese) offre solo motorizzazioni termiche. Una è da 6.2 litri con 532 CV e 659 Cv (“solo” 315 km/di andatura di punta), l’altra è da 7.0 litri con 720 CV e 786 Nm di coppia. Sulla bilancia la due posti “bombata” nel design che misura 4,19 metri di lunghezza arriva a 1.135 chilogrammi.

La Felino CB7R arriva a 600.000 euro con l’unità da 720 CV

Quasi un peso piuma, che con il propulsore più potente può costare anche 600.000 euro con uno spunto da 0 a 100 km/h di 2,9 secondi. Chi intendesse affrontare viaggi piuttosto lunghi deve pianificare parecchie soste. Pur non fornendo dati sui consumi, pare che il serbatoio da 56 litri rischi di restare a secco dopo 250 chilometri. La Felino CB7R si può ordinare (si fa per dire) sia con un cambio manuale a 6 rapporti sia con una trasmissione sequenziale semiautomatica sempre a sei rapporti.

Sarà un modello praticamente introvabile con la sua serie limitatissima

Sui cerchi da 18′‘ sono montate gomme da 245/40 all’anteriore e da 315/40 al posteriore. Come per altri modelli analoghi, i comuni mortali si dovranno accontentare di “giocare” a “Chi l’ha visto” con il fondato rischio che anche imbattendosi in un modello facciano fatica ad identificarlo. Un’araba fenice automobilistica, non la sola per la verità, visto che molti costruttori si stanno specializzando sulle nicchie nelle quali si “nascondono” clienti danarosi che non comprano un’auto solo per guidarla.

Articoli precedente

Telecamere al posto dei retrovisori esterni in Europa con la Lexus ES 300h

Articolo successivo

Citroën C3 Aircross BlueHDi 120 EAT6: un'ottima compagna di viaggio