Home»Auto sportive»Vergne torna a vincere in Formula E. Da Costa guida il mondiale elettrico

Vergne torna a vincere in Formula E. Da Costa guida il mondiale elettrico

0
Condivisi
Pinterest Google+

Vergne torna a vincere in Formula E. Da Costa guida il mondiale elettrico

Tamponare conviene, almeno nella Formula E, che a Sanya ha celebrato il ritorno alla vittoria del campione del mondo Jean Eric Vergne (DS Techeetah). A Hong Kong Sam Bird (Envision Virgin) aveva centrato Andrè Lotterer (DS Techeetah) togliendogli di fatto la vittoria e se l’era cavata con 5 secondi di penalità. La decisione non gli aveva impedito di balzare in vetta alla classifica piloti.

 

Buemi scatena una carambola all’ultimo giro: penalità di 5”

In Cina Sébastien Buemi (Nissan E.Dams) ha sbattuto contro Robin Frijns (Envision Virgin) che ha poi colpito Lucas di Grassi (Audi Sport Abt Schaeffler). Il brasiliano in quel momento era sesto. I commissari hanno sanzionato lo svizzero (che era già andato a sbattere due volte nelle qualifiche dovendo partire dai box e non dalla griglia) con i soliti 5 secondi facendolo scivolare in ottava posizione, quella in cui si trovava quando aveva tentato di superare l’olandese.

 

Arrivo con la bandiera gialla: la Formula E rischia di perdere credibilità

A parte la tempistica, ormai per la classifica definitiva servono ore, la sensazione è che anche le manovre troppo rischiose vengano tollerate. Oltre alla credibilità ne risente anche lo spettacolo, tanto che nell’ultima tornata si è girato con la bandiera gialla. Tristissimo. Vergne ha preceduto il poleman, il debuttante Oliver Rowland (Nissan E.Dams), e Antonio Felix Da Costa (BMW i Andretti). Il sorpasso è avvenuto attorno a metà gara ed è stato sostanzialmente l’evento agonistico più bello e corretto della gara.

Da Costa e D’Ambrosio primo e secondo nella classifica piloti

Con il terzo posto di Sanya il portoghese ha guadagnato la testa del mondiale con un punto di margine su Jerome D’Ambrosio (Mahindra), sesto al traguardo. L’ePrix è stato condizionato da bandiere gialle, safety car e, come ad Hong Kong, da una sospensione. Quest’ultima non depone a favore dell’organizzazione visto che è stata disposta per spostare la vettura di Alexader Sims (BMW i Andretti).

Quinto ePrix senza punti per Nelson Piquet jr

Da segnalare il quinto ePrix senza punti per Nelson Piquet jr e l’ottava gara consecutiva a punti di Daniel Abt (Audi Sport ABT Schaeffler): è l’attuale serie positiva più lunga fra i piloti in corsa. Con il terzo posto di Sanya il portoghese ha guadagnato la testa del mondiale con un punto di margine su Jerome D’Ambrosio (Mahindra), sesto al traguardo. La Formula E arriva in Europa il prossimo 13 aprile con la Envision Virgin e la Mahindra in testa al mondiale a squadre. Bird si era imposto nell’edizione 2018.

Articoli precedente

Freni moto, tecnologia e innovazione Made in Italy

Articolo successivo

Yellow in TV: puntata del 24 marzo 2019