Home»Auto sportive»Riparte il WRC, con Tanak e Breen doppietta Hyundai nel Rally di Estonia

Riparte il WRC, con Tanak e Breen doppietta Hyundai nel Rally di Estonia

0
Condivisi
Pinterest Google+

Ott Tanak ha vinto il Rally Estonia, la prima gara post Covid-19 del dimezzato calendario 2020 del World Rally Championship (WRC): la prova baltica è stata quasi trionfale per Hyundai che ha centrato una doppietta. L’asso di casa ha infatti piazzato il muso della propria i20 Coupé davanti a quello del compagno di squadra Craig Breen, che ha accusato un ritardo di poco più di 22 secondi.

Ogier, terzo, mantiene le leadership del mondiale

All’appello è invece mancato Sébastien Neuville, che è stato costretto al ritiro nel power stage. Il belga era tuttavia già fuori classifica dopo aver perso una ruota poco prima di metà gara. Il tempo perso lo aveva fatto precipitare oltre la quarantesima piazza. Il podio del Rally di Estonia è stato completato dall’eterno Sébastien Ogier (Toyota Yaris), che ha reso quasi 5 secondi a Breen. Il costruttore giapponese ha piazzato i propri tre piloti alle spalle dei due di Hyundai arrivati al traguardo. Nell’ordine sono Elfyn Eans e Kalle Rovanpera, che era in vantaggio dopo i primi 2 stage, ma che ha poi perso terreno per via di una foratura. Poi un altro terzetto, quello degli alfieri della scuderia M-Sport con la Ford Fiesta. Sesto Teemu Suninen, settimo Esapekka Lappi e ottavo Gus Greensmith.

Hyundai riduce a 5 punti lo svantaggio da Toyota

Oliver, il rampollo della dinastia svedese dei Solberg, è risultato il primo dei piloti del WRC2 piazzandosi nono al volante della VW Golf GTI in versione R5.  Quella estone è stata la quarta tappa del mondiale di rally che si concluderà a fine novembre in Belgio dopo 7 tappe, la metà di quelle previste inizialmente. In settembre si correrà ancora in Turchia, mentre in ottobre la carovana si trasferirà in Sardegna per il Rally d’Italia. Ogier è sempre leader del mondiale con 79 punti seguito da Evans con 70. Il primo successo con la Hyundai è valso a Tanak un balzo in classifica, nella quale compare in terza posizione a quota 66. Fra le squadre, il team coreano ha ridotto a 5 lunghezze lo svantaggio da Toyota.

Articoli precedente

DS19: innovativa anche nella comunicazione

Articolo successivo

Le quotazioni scendono, ma i prezzi delle sigle maggiori non cambiano