Home»Test»Mercedes Classe E Wagon, prova della familiare che supera da sola

Mercedes Classe E Wagon, prova della familiare che supera da sola

0
Condivisi
Pinterest Google+

La nuova Mercedes Classe E Wagon debutta ufficialmente nelle concessionarie italiane in novembre, anche se i primi modelli saranno disponibili dalla fine di ottobre. Almeno all’esordio, l’innovativa funzione che consente all’auto di sorpassare in modo autonomo (se dietro le auto che seguono sono piuttosto lontane) non verrà ancora offerta. Ma nella prova sulle autostrade, la funzione c’era: divertente da un lato, interessante dall’altro. Divertente, perché guardare come il volante ruota da solo mentre si fa di tutto per tenere occupate le mani con qualcos’altro non capita (non adesso almeno) tutti i giorni. Tra l’altro a poco meno di 130 chilometri orari di velocità: la tecnologia funziona tra gli 80 e, appunto, i 130 km/h. Interessante perché è un “salto” nel futuro, anche se ci si chiede sempre: “Ma cosa succede se l’auto che sto sorpassando senza tenere le mani sul volante fa una manovra fuori dall’ordinario?”. Naturalmente il sistema continua a ripetere, anche quando si “limita” a tenere la corsia (fino a 210 km/h), di tornare a riprendere il comando: anche per ragioni legali, assicurative e legate al Codice della Strada. In ogni caso, Mercedes Classe E va anche così.

Oggi il listino italiano parte dai 53.369 euro della versione E200 a benzina da 184 CV, mentre l’entry level a gasolio ne costa 55.206 (E220d da 194 CV). Tuttavia, in concomitanza con il debutto, arriverà anche la E 200d da 150 CV (il prezzo non ufficiale sarà tra i 47 ed i 48.000 euro). La quarta unità “italiana” è la versione E250 da 211 CV (56.950). Al top della gamma ci sarà la quasi “furiosa” Mercedes Classe E AMG 43 4Matic, cioè la prima declinazione ad alte prestazioni di questa familiare da 4,933 metri di lunghezza. Il motore che la alimenta è un biturbo V6 da 3.0 e 401 CV per il quale vengono annunciati consumi di “solo” 8,4 l/100 km. Anche se è meno spaziosa di prima, Mercedes Classe E Wagon offre sempre 1.820 litri di capienza per il bagagliaio (un centinaio in meno rispetto a prima), la più generosa del segmento. Dal punto di vista estetico rappresenta un taglio, anche netto, rispetto al passato. Anche grazie alle sospensioni pneumatiche (a richiesta, ma su tutti i modelli in prova in Germania), il comfort a bordo è elevatissimo. Lo spunto del biturbo AMG è delizioso, ma nemmeno la razionalità e la garbata presenza dell’unità a quattro cilindri da 2.0 litri da 194 CV sono male. Tutto dipende dall’utilizzo di questa avveniristica familiare.

Articoli precedente

PSA Groupe "balla da solo" sui servizi alla mobilità, dice Tavares

Articolo successivo

Electra Meccanica Solo, monoposto a zero emissioni per pendolari