Home»Test»Nuova Seat Mii: rivoluzione elettrica

Nuova Seat Mii: rivoluzione elettrica

0
Condivisi
Pinterest Google+

La nuova Seat Mii è pronta a lanciare un’importante rivoluzione. La citycar spagnola è tutta nuova: interni aggiornati, per rimanere al passo coi tempi, e motorizzazione inedita. Il cambiamento, infatti, è di prim’ordine. Dai listini spariscono le motorizzazioni benzina e metano per fare spazio a un’unità elettrica, con una potenza di 83 cv e una coppia massima di 212 Nm. Il sistema di trasmissione lavora su un singolo rapporto. E’ in grado di gestire la trazione del veicolo da 0 fino alla velocità massima di 130 km/h.

In altre parole, per il cliente l’esperienza di guida diventa totalmente assimilabile all’utilizzo di un automatico. In funzione di questa peculiarità, la leva del cambio diventa di fatto un selettore per stabilire la direzione di marcia, e lo strumento attraverso il quale impostare il sistema di recupero dell’energia.

L’accumulo di quest’ultima è poi garantito da un pacco batterie ad alto voltaggio agli ioni di litio da 32,3 kWh. L’elevata capacità degli accumulatori permette a Mii electric di raggiungere un’autonomia al vertice del segmento delle citycar elettriche. Fino a 260 km calcolati secondo il ciclo WLTP. Se si considera che un cliente di questo tipo di vettura percorre mediamente 32 km al giorno, l’autonomia potrebbe essere sufficiente per garantire gli spostamenti di oltre una settimana.

Ma veniamo a un altro punto fondamentale quando si parla di mobilità a emissioni zero, ovvero la ricarica. Mii electric può essere ricaricata sia in corrente alternata (attraverso wallbox o presa domestica) per mezzo dei due cavi mode2 e mode3 in dotazione alla vettura, sia in corrente continua presso le colonnine pubbliche a ricarica rapida con l’assorbimento di 40kW di potenza. In questo caso il tempo richiesto per ricaricare la batteria da 0 all’80% è solamente di un’ora.

Agile e scattante

Compattezza e funzionalità: in soli 3.556 mm di lunghezza. Mii electric è in grado di racchiudere una grande abitabilità interna, che non differisce minimamente dalla vettura a combustione. In più, i 251 litri del vano bagagli la pongono ai vertici della categoria per funzionalità e capacità di carico.

All’atto pratico, durante la guida, si apprezza in particolar modo l’agilità con cui ci si muove. Il tutto in abbinamento a un carattere decisamente vivace, grazie alla spinta elettrica. Prendendo in considerazione l’aspetto commerciale, la struttura della gamma è molto semplice. L’esistenza di un unico allestimento disponibile garantisce la semplicità nella scelta, includendo di serie tecnologie e dotazioni comfort d’ultima generazione.

Seat Mii electric sarà lanciata in Italia al prezzo di 23.250 euro, diventando così una delle vetture elettriche più accessibili in termini di prezzo e la vettura elettrica che vanta il miglior rapporto prezzo-contenuti sul mercato. Il costo sarà equivalente a quello di una vettura con motore a combustione dello stesso segmento, con costi di gestione sensibilmente inferiori. I clienti potranno anche scegliere la soluzione 36 mesi a un costo pari a 199 euro/mese senza anticipo, per godersi la guida in tutta tranquillità, attraverso la formula “Senza Pensieri” (con TAN 3,99%).

Inoltre, l’idoneità di Mii electric alla guida per neopatentati rende diventare l’offerta con anticipo zero ancor più accattivante. Rendendo l’acquisto più sereno, soprattutto per la clientela più giovane e alla ricerca della prima auto, senza perciò una vettura precedente da permutare. Le prime consegne sono previste a partire da febbraio 2020.

Articoli precedente

Settimana elettrificata di DS a Parigi con le Crossback E-Tense 3 e 7

Articolo successivo

Ajlani Drakuma, la hypercar degli Emirati che pare un drago e sputa fuoco