Home»Test»Seat a metano, su strada con le varianti TGI di Arona, Ibiza e Leon

Seat a metano, su strada con le varianti TGI di Arona, Ibiza e Leon

0
Condivisi
Pinterest Google+

Seat a metano, su strada con le varianti TGI di Arona, Ibiza e Leon

Inquinare meno, spendere meno: con le nuove Seat a metano si può. La filiale nazionale del costruttore spagnolo ha deciso di sostenere il lancio delle nuove varianti TGI della Ibiza, della Arona e della Leon con una promozione che oscilla tra 900 e oltre 3.000 euro. La gamma a gas naturale, in realtà, include anche la compattissima Mii, che non è ancora stata sottoposta all’aggiornamento tecnico.

Seat a metano a partire da 15.400 euro grazie allo sconto

Per la meno cara delle Seat a metano servono 16.530 euro, almeno secondo il listino. Con l’incentivo riservato ai modelli a gas naturale l’entry level scende a 15.400 euro. Per la Arona occorre staccare un assegno di almeno 17.900 (il listino partirebbe da 18.800), mentre per la Leon a cinque porte ne bastano 21.250 (anziché 24.415). Con le formule di finanziamento si oscilla tra 129 e 169 euro, anticipo escluso. Con tre serbatoi, aumentano capacità e autonomia: 13,8 chilogrammi per la Arona e la Ibiza e 17,3 per la Leon con percorrenze a gas naturale di 360 chilometri per le prime e di 440 per la seconda.

Con 3,5 euro si percorrono circa 100 chilometri

Poi c’è il serbatoio della benzina da appena 9 litri che consente l’omologazione “monovalente” a metano con vantaggi sulle imposte. I costi di gestione sono più bassi e con 3,5 euro si fanno 100 chilometri. Le emissioni di CO2 sono più basse di almeno un quarto rispetto ad un analogo motore a benzina. Quelle di NOx sono inferiori addirittura del 75% rispetto ad un propulsore a gasolio. Al volante, le unità turbo da 1.0 litri e 90 CV della Arona (il primo suv al mondo a metano) e della Ibiza e quella sovralimentata da 1.5 da 130 CV (che sostituisce il precedente 1.4 da 110 CV) della Leon non fanno rimpiangere propulsori diversi.

Sempre a gas naturale quando la temperatura è inferiore a -10°

Ad eccezione di quando ci sono temperature “glaciali” (10° sotto lo 0), le Seat a metano viaggiano sempre a gas rivelando prestazioni confortanti. Tanto che la Leon arriva ai 206 km/h di velocità massima. Magari ai bassi regimi lo spunto è meno pronto, ma on ci vantaggi sugli altri fronti le tre auto si fanno perdonare questo peccato veniale. Le Seat a metano sono una alternativa interessante per chi conta di non compiere spesso tragitti molto lunghi. Sono sostenibili da ogni punto di vista e con il varo del self service anche per il gas naturale sarà ancora più semplice fare rifornimento.

Articoli precedente

Skoda Kodiaq RS: al volante del super suv da 240 CV e 500 Nm

Articolo successivo

Mini Clubman total black: un omaggio agli 80 anni di Batman