Home»Test»Su strada con la quarta generazione della Skoda Octavia wagon

Su strada con la quarta generazione della Skoda Octavia wagon

0
Condivisi
Pinterest Google+

La quarta generazione della Skoda Octavia, uno dei modelli più apprezzati in assoluto nel segmento delle auto aziendali, è anche ibrida. Il lancio commerciale è previsto per la seconda metà del mese di settembre. Avrà sia una declinazione a mild hybrid sia una plug-in, tutte solo con la trasmissione automatica di serie. Nessuna delle due è ancora a listino, ma lo saranno nelle prossime settimane assieme alla variante a metano capace di garantire quasi 700 chilometri di percorrenza.

Variante plug-in con due livelli di potenza, anche RS da 245 CV

I motori supporti dal sistema a 48 Volt saranno i benzina da 1.0 e 1.5 litri (110 e 150 CV). Il sistema alla spina avrà una doppia potenza: 204 e, come RS ad altre prestazioni, 245 CV. La Skoda Octavia italiana sarà quasi esclusivamente familiare, una carrozzeria che vale tra il 90 ed il 95% del mercato. La filiale nazionale non esclude un maggior interesse per la berlina, le cui linee sono state aggiornate in maniera più incisiva. Sul fronte delle motorizzazioni, la stessa variante G-Tec monovalente a gas naturale è destinata a riscuotere un certo interesse, soprattutto fra i privati.

Precisa nelle traiettorie e composta nella risposta con un ampio bagagliaio

La prova su strada, tra Verona e le pre Alpi della Lessinia, ha riguardato tuttavia la motorizzazione da 2.0 litri a gasolio da 150 CV e 340 Nm di coppia. Un motore brillante e parco nei consumi, accreditato di oltre 23 chilometri per litro di percorrenza anche nel ciclo WLTP. L’affidabilità della piattaforma modulare trasversale del gruppo, la MQB, trova una ulteriore conferma anche sulla Skoda Octavia wagon. Che malgrado le misure importanti, riesce a pennellare le traiettorie, anche sullo stretto. Rigida e comoda allo stesso tempo, vanta uno sterzo immediato e una buona visibilità, eccezion fatta per i vistosi riflessi sul parabrezza. Lo spazio sembra non finire mai e con i divani reclinati raggiunge i 1.700 litri.

Navigatore satellite da 10” e ADAS di serie sulla rinnovata gamma Skoda Octavia

La dotazione delle best seller è già di quelle soddisfacenti con i fari a LED, il navigatore satellitare con schermo da 10”, diversi sistema di assistenza alla guida e 7 airbag. Fabbricata nella Repubblica Ceca, a Mlada Boleslav, la nova Skoda Octavia ha come rivali sia la Astra sia la Focus, ma soprattutto la Passat, anche se quest’ultima apparterrebbe tecnicamente ad un segmento differente. Il prezzo dell’entry level, la berlina equipaggiata con il turbo benzina da 1.0 litri e da 110 CV, sarà di circa 24.000 euro. Per la familiare servono mille euro in più. skoda octavia

Articoli precedente

Furti d'auto e suv, i modelli più rubati in ìItalia. Tasso di recupero al 36%

Articolo successivo

Ferrari Roma, Nuova Dolce Vita: eleganza senza tempo da 201.000 euro