Home»Test»Renault Captur TCe 150 FAP EDC, in strada tra Catania e Taormina

Renault Captur TCe 150 FAP EDC, in strada tra Catania e Taormina

0
Condivisi
Pinterest Google+

Renault Captur TCe 150 FAP EDC, in strada tra Catania e Taormina

La Losanga accetta la sfida e rilancia la Renault Captur con un nuovo motore da 1.3 litri frutto della collaborazione fra i tre marchi dell’Alleanza e Daimler. L’unità con filtro antiparticolato, omologata Euro 6d-Temp ed accreditata di una razionalizzazione dei consumi nell’ordine del 10%, è declinata in due livelli di potenza. Il turbo benzina TCe offre 130 CV con 220 Nm di coppia oppure 150 (250).

Il B-suv straniero più venduto in Italia nel 2018

Su strada è brillante, soprattutto (è evidente) nella sua variante 150 con cambio a doppia frizione EDC. Un pizzico rumoroso semmai, ma in grado di regalare emozioni al volante. Anche quando la strada sale. La Renault Captur è una macchina di grande importanza per la Losanga: in Italia è il B-suv straniero più venduto (quasi 30.000 unità nel 2018). Ma è un modello di successo tanto che è destinato anche alla Russia, al Brasile, alla Cina, alla Corea del Sud ed al Giappone oltre che all’Europa.

Renault Captur TCe 130

Sport Edition con 700 euro di vantaggio per il cliente

Con il 2019, nel Belpaese il suv compatto francese guadagna anche l’aggiornato allestimento Sport Edition. Che assicura un vantaggio di dotazioni di 700 euro per il cliente. Perché i fari Full Led, la carrozzeria be-style e la Parking Camera diventano di serie: la spesa aumenta di 300 euro rispetto ai mille di valore degli “accessori”. I cerchi sono da 16” contro quella 17” della variante superiore, la Sport Edition “al quadrato”.

 

La Renault Captur arriva a 210 km/h di velocità massima

L’entry level della Renault Captur costa 16.650, mentre per mettersi al volante del suv con la nuova motorizzazione TCe 130 con filtro anti particolato con il cambio manuale a sei marce servono almeno 21.300 euro. Le linee accattivanti hanno fatto del suv una vettura che piace. Ancora più dinamica (200 km/h con il TCe 130 e fino a 210 km/h con il TCe 150: il TCe 90 si ferma a 171), resta comoda da abitare.

Tasto Eco per ottimizzare la percorrenza

A parte il montante anteriore laterale “ingombrante” che penalizza un po’ la visibilità anche per via dell’inclinazione del parabrezza (che è una delle caratteristiche estetiche vincenti), la Captur è funzionale. Pochi tasti, incluso quello Eco che consente di ottimizzare la dinamica esaltando l’efficienza, e tanta vivacità la rendono facile da guidare. L’importante è stare attenti a non concedersi troppa confidenza, perché le prestazioni sono “importanti”.

In marzo il via agli ordini. Due “Porte Aperte” nel mese

Ed è facile superare i consumi dichiarati, che per le due nuove declinazioni del TCe da 1.3 litri (che la Losanga aveva già presentato sulla Scenic) oscillano tra i 5,5 ed i 6 l/100. Nella prova siciliana il computer di bordo arriva a 9. Gli ordini si aprono fra poche ore, con l’inizio di marzo. Il 16 e 17 ed il 23 e 24 di marzo i concessionari resteranno aperti per due “Porte Aperte” di lancio.

 

Articoli precedente

Seat Minimò, tascabile elettrica a due posti per la mobilità urbana del futuro

Articolo successivo

Il fatturato di AsConAuto ha raggiunto i 655 mln, +13,5% rispetto al 2017