Home»Test»Renault Twingo electric: finalmente arriva la city car francese a batteria

Renault Twingo electric: finalmente arriva la city car francese a batteria

0
Condivisi
Pinterest Google+
Arriva finalmente la Renault Twingo electric (qui il configuratore ufficiale). La Twingo è sempre stata una delle city car più apprezzate. I numeri che ha portato a casa dal 1992, anno di lancio, ad oggi in effetti parlano chiaro: 4 milioni di unità vendute in 25 Paesi. Tutto azzeccato, fin dal principio: a cominciare dal nome, originale e irresistibile, linee tondeggianti, e anche nell’ultima edizione, la francese ha saputo darsi un carattere sfizioso tornando a motore e trazione posteriore e riguadagnando, aggiornata, la sua bella forma ad ovetto. Era da tempo che ci si chiedeva cosa stessero aspettando a farla elettrica. Oggi è arrivato il momento: la Renault Twingo electric sta arrivando in concessionaria e noi ci siamo avventati sul suo volante per raccontarvela.

Renault Twingo electric: batteria piccolina, ricarica veloce

Chiariamo innanzitutto che Twingo in versione elettrica conserva tutti i vantaggi della versione termica. A cominciare dall’eccezionale manovrabilità: servono solo 8,60 metri per fare inversione di marcia: a favorire l’agilità la sua compattezza (3,61 metri di lunghezza) e le ruote posizionate ai quattro angoli. Anche il volume del bagagliaio è invariato: 240 litri. A questo si somma il plus della trazione elettrica: 82 cv di potenza, perfetti per un’auto così leggera, coppia massima 160 Nm, velocità massima 135 orari. Autonomia fino a 270 km in utilizzo urbano, 190 combinato. La batteria è piccolina, solo 22 kWh e quindi può recarsi velocemente, a seconda della corrente che si utilizza. Di serie è equipaggiata con il caricatore per connettersi alle colonnine da 22 kW.

Recupera energia in frenata: l’intensità la decide il guidatore

Twingo Electric dispone della modalità di guida B Mode che consente di adattarsi alle condizioni del traffico e alle strade percorse, agendo sulle modalità di recupero energetico legate alla decelerazione del veicolo. È possibile scegliere tra tre livelli direttamente dalla leva del cambio. L’impostazione più estrema semplifica la guida in città limitando il ricorso al freno. La regolazione più soft, che lascia che l’auto continui ad andare senza perdere lo slancio. Il livello intermedio, che è selezionato per default, induce una decelerazione moderata.

Con i vantaggi il prezzo parte da poco più di 10mila euro

La serie speciale di lancio, denominata Vibes Limited Edition, propone una tinta inedita: Orange Valencia. Si arricchisce di una calandra con inserti bianchi ed è dotata di cerchi in lega da 16” diamantati bianchi con copridadi di color arancione. Grazie agli Ecobonus statali in vigore e ai vantaggi Renault, Twingo Electric è offerta a partire da 11.500€ (o 89€/mese), in caso di rottamazione.
Articoli precedente

Crash test a cinque stelle per Leon, A3, Sorento, Defender e D-Max

Articolo successivo

Le concessionarie credono (timidamente) nella svolta elettrificata