Home»Auto sportive»Seat Ibiza Cupra, prova su strada della sportiva da 192 cv e 235 km/h

Seat Ibiza Cupra, prova su strada della sportiva da 192 cv e 235 km/h

0
Condivisi
Pinterest Google+

Seat Ibiza Cupra si rinnova. Con discrezione, come il resto della gamma. Ovvero, il look rimane fondamentalmente invariato e migliora la sostanza: la connettività è ora a più ampio spettro (il sistema di infotainment è compatibile con Android Auto, Apple Car e Mirror Link), alcuni materiali degli interni sono stati migliorati, mentre il motore 1.8 TFSI sale da 180 a 192 CV e da 250 a ben 320 Nm di coppia. Rivisto anche l’assetto, nell’ottica di migliorare il comfort senza compromettere la guidabilità.

Su strada, il quattro cilindri turbo della Seat Ibiza Cupra ha “gioco” abbastanza facile sui 1.260 kg di peso della vettura. Le risposte sono entusiasmanti sia che ci si trovi con il motore poco sopra il minimo, sia che la lancetta sia oltre quota 3.500 giri. Le progressioni sono esaltanti, accompagnate da un cambio (manuale: il DSG non è più disponibile) che entusiasma per la precisione e la rapidità degli innesti.

Ma è sul misto che una Seat Ibiza Cupra è chiamata a dare il massimo e la spagnola non delude (con riserva, però): ecco perché Seat ha riservato, solo per noi, 6 km di strada in salita con curve di ogni genere. Pronti, via: giù tutto il gas. Il motore spinge forsennatamente e, come accade con tutte le trazioni anteriori molto potenti, sugli avvallamenti l’Ibiza tende leggermente a seguire la conformazione dell’asfalto, andando a destra e a sinistra. E’ il momento della prima frenata: l’impianto è potente e ben modulabile. Giro (poco) il volante e in pochi attimi mi trovo al punto di corda. Ma quando vado ad accelerare, l’XDS (la funzione aggiuntiva dell’ESP che frena la ruota interna in caso di pattinamenti) entra subito in funzione: una frenata ben calibrata – ma decisa – che frena il surplus di coppia, azzerando così il sottosterzo, ma anche il piacere di gestire la potenza con la propria sensibilità. Ma torniamo allo sterzo: è proprio questo l’aspetto meno convincente della Seat Ibiza Cupra: il feeling che offre non è dei migliori e non è così facile capire quando si sta avvicinando il limite di aderenza. Ottimo invece il comfort, grazie alle sospensioni mai troppo rigide.

Il prezzo? 21.500 euro: più che onesto in rapporto alla dotazione di serie. I principali optional di serie sono: luci diurne a led davanti e dietro, vetri posteriori oscurati, comandi al volante, cruise control adattivo, il tetto panoramico e le sospensioni sportive. Le prevendite della Seat Ibiza Cupra sono già aperte, ma le consegne cominceranno a gennaio.

Articoli precedente

ABT festeggia i 40 anni di Volkswagen Polo con una versione da 230 CV

Articolo successivo

Rincari per benzina, gasolio e GPL. Impennata delle quotazioni