Home»Test»Seat Leon: si rinnova nel look e nelle dotazioni (tecnologiche)

Seat Leon: si rinnova nel look e nelle dotazioni (tecnologiche)

1
Condivisi
Pinterest Google+

Aspetto più personale, migliori dotazioni e un nuovo 1.6 turbodiesel da 115 cv. Sono queste le principali novità della Seat Leon, il modello più venduto della Casa spagnola, che si rinnova per il 2017. Un’auto fondamentale per la Seat e che beneficia di tutta una serie di innovazioni introdotte con la Ateca. Dalla suv di medie dimensioni la Seat Leon trae ispirazione per il design del frontale, con una nuova mascherina, fari full led e paraurti ridisegnati, e per i dispositivi di aiuto alla guida e comfort che rendono più sicura e piacevole la permanenza a bordo. Se l’abitacolo non è stato rivoluzionato, adesso si respira un’atmosfera high-tech per la presenza di un nuovo schermo touch da 8”, tasto di avviamento (in combinazione con il sistema di accesso senza chiavi) e freno di stazionamento elettronico. Otto differenti luci a led d’ambiente permettono di personalizzare l’abitacolo, mentre una piastra per la ricarica wireless dei telefonini completa la completa integrazione tra auto e smartphone: alle funzioni MirrorLink, Apple Carplay e Google Auto si aggiunge quella del Voice Replay che converte in messaggi vocali i testi di mail, sms, Twitter e Facebook. Inoltre, per gli amanti della tecnologia, entro la fine dell’anno prossimo sarà disponibile un nuovo quadro strumenti completamente digitale.

Come anticipato, la rinnovata Seat Leon viene adesso proposta anche con un nuovo 1.6 turbodiesel da 115 cv. Un motore che allarga l’offerta diesel, affiancando l’unità da 90 cv (adatta anche ai neopatentati) e il possente 2.0 declinato in due livelli di potenza: 150 cv oppure 184 cv (quest’ultimo esclusivo della sportiva FR). Si tratta di un quattro cilindri che unisce prestazioni piuttosto brillanti con costi di gestione contenuti: a fronte di una velocità massima di 197 km/h e 9,8 secondi per il classico 0-100 km/h, secondo la Casa spagnola assicura una percorrenza media di 23,8 km/l. Su strada si dimostra sempre piacevole da usare, grazie una erogazione lineare che permette di limitare l’uso del cambio, come testimoniano i 250 Nm di coppia spalmati da 1.500 a 3.250 giri. Tutto perfetto? Quasi: ad andatura costante, grazie alla buona insonorizzazione dell’abitacolo non è mai fastidioso, ma a freddo e in forte accelerazione lascia alza un po’ la voce.

Quello che più convince della Seat Leon è però il comportamento stradale. Il buon equilibrio tra sterzo (piuttosto diretto) e assetto (non troppo soffice) la rendono un’auto piacevole da guidare sui percorsi più tortuosi, mentre nei lunghi trasferimenti autostradali e nella marcia cittadini si possono apprezzare al meglio le novità introdotte con il model year 2017. Tra i dispositivi di aiuto alla guida, debuttano infatti il City Emergency Brake con riconoscimento dei pedoni frena automaticamente l’auto per evitare possibili collisioni e il cruise control adattivo (rallenta l’auto per mantenere la distanza di sicurezza) con la funzione Traffic Jam Assist: accelera, frena e aziona il volante in maniera autonoma fino a una velocità di 60 km/h per far sì che la Seat Leon segua il flusso del traffico.

La nuova Seat Leon arriverà nelle concessionarie a febbraio 2017, ma è già ordinabile con prezzi a partire da 20.300 euro per la versione a 5 porte con il 1.2 TSI benzina da 86 cv. Un motore disponibile anche in versione da 110 cv: insieme al 1.4 TGI da 110 cv a metano e al 1.4 TSI ACT da 150 cv (con disattivazione temporanea di alcuni cilindri), completano l’offerta di motori per Leon. Tre sono invece gli allestimenti (Style, FR ed Excellence) ai quali si aggiunge la versione X-perience per la Leon ST ovvero la station wagon. Caratterizzata da un assetto rialzato e un look da crossover è disponibile pure con sistema di trazione integrale 4Drive in abbinamento al 2.0 turbodiesel da 150 cv: l’ideale per chi cerca spazio e mobilità su tutti i fondi stradali

Articoli precedente

Subaru Winter Check: controlli gratis per un inverno in sicurezza

Articolo successivo

Fiat e Amazon: accordo per vendere Panda e 500 sul web