Home»Video»YELLOW»Seat Tarraco: ecco come va il suv spagnolo a sette posti

Seat Tarraco: ecco come va il suv spagnolo a sette posti

0
Condivisi
Pinterest Google+

Dopo Ateca e Arona, Seat Tarraco è il nuovo suv a sette posti del marchio spagnolo. Deve il suo nome, scelto da un sondaggio popolare, alla città catalana di Tarragona, e sarà in concessionaria dall’inizio di questo anno. Disegnato e sviluppato a Martorell e prodotto in Germania, il grosso suv spagnolo condivide il pianale con altre vetture del gruppo come Volkswagen Tiguan e Skoda Kodiaq.

Abitabile e funzionale

Design, funzionalità comfort e connettività sono gli elementi che ne fanno l’ammiraglia del marchio. Nuovo il frontale, con una griglia importante che definisce  il carattere della vettura così come i fari full led. Bello e curato il design degli interni, e la scelta dei materiali. Grande l’abitabilità, forse un pochino sacrificata la terza fila di passeggeri. All’esterno colpiscono subito le linee proporzionate ed equilibrate nonostante la stazza da peso massimo della vettura. Ma se la forma è importante lo è ancor di più la sostanza. E qui di sostanza ce n’è.

Tecnologia che attinge dal Gruppo VW

A partire dalle dotazioni tecnologiche dall’infotainment con display centrale sospeso da 8” con tecnologia Full Link  e il Digital Cockpit con display da 10,25 pollici fino ai dispositivi di sicurezza attiva di secondo livello. Da citare il Lane Assist Attivo e Front Assist, e per la prima volta il Pre Crash Assist e il Rollover Assist.

Quattro motorizzazioni tra cui scegliere

I motori sono quattro; un 1.5 benzina da 150 cavalli e 250 Nm, un 2.0 TSI da 190 cavalli e poi i diesel, un 2.0 da 150 cavalli e uno da da 190 cavalli. Noi abbiamo provato a Barcellona la 2.0 TDI da 150 cv che sarà probabilmente la versione più venduta. Su autostrade e percorsi di montagna ci ha piacevolmente colpiti. Buona la visibilità, preciso e leggero lo sterzo, ottima la taratura delle sospensioni, e silenzioso il motore. La Tarraco si è trovata a suo agio in ogni percorso, merito dell’ottimo assetto, non è stata messa in difficoltà neppure dal breve percorso in fuoristrada grazie anche all’aiuto dell’elettronica. Prezzi da 30.000 euro.

Articoli precedente

Jeep über alles: nel 2018 cresce del 28% in Germania. Tesla cede il 43%

Articolo successivo

Infiniti QX Inspiration, la prima immagine ufficiale del crossover elettrico