Home»News»Eni e le sue “sorelle”, giro di rincari per benzina e diesel prima di Pasqua

Eni e le sue “sorelle”, giro di rincari per benzina e diesel prima di Pasqua

0
Condivisi
Pinterest Google+

Eni e le sue “sorelle”, giro di rincari per benzina e diesel prima di Pasqua

Gli ultimi 10 giorni sono stati decisamente movimentati per i prezzi dei carburanti: tutte le sigle sono intervenute sui prezzi e Eni già per la sedicesima volta nel 2019. Il market leader è al quarto rincaro in aprile. Come sempre gli aumenti si ripetono e moltiplicano alla vigilia di possibili grandi spostamenti, come può avvenire in occasione di questa Pasqua.

I rialzi di questa mattina sono di Eni e Tamoil

Le festività religiose si combinano quest’anno anche con quelle “pagane” del 25 aprile e dell’1 maggio. Oggi Eni e Tamoil (tre rialzi in meno di 10 giorni) hanno aumentato benzina e diesel di 10 millesimi al litro. Nei giorni scorsi avevano aggiornato i listini consigliati anche IP, Q8 e Italiana Petroli. Rispetto al 9 aprile, quando avevano riportato gli ultimi rincari, le quotazioni sono cambiate di poco: appena 6 euro in più per mille litri su entrambi i prodotti. La benzina è arrivata a 464 ed il diesel a 481. Ecco la situazione di un anno fa: qui il link.

Dal 9 aprile le medie dei prezzi praticati sono cresciute fino a 18 millesimi

Le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ sono cresciute ulteriormente. E in maniera anche significativa. Benzina self service a 1,610 euro al litro (+18 millesimi, pompe bianche 1,589). Diesel self service a 1,503 euro al litro (+8 millesimi, pompe bianche 1,480). Benzina servita a 1,729 euro al litro (+15 millesimi, pompe bianche 1,635). Diesel servito a 1,627 euro al litro (+6 millesimi, pompe bianche 1,526). GPL self service a 0,622 euro litro (+11 millesimi), servito a 0,645 euro al litro (invariato, pompe bianche 0,633). Metano self service 0,996 euro al chilogrammo (invariato), servito a 0,997 euro al chilogrammo (invariato, pompe bianche 0,985).

 

Articoli precedente

La Jaguar I-Pace trionfa anche ai World Car Awards, addirittura tre titoli

Articolo successivo

Källenius vuole trasformare Daimler e annullare le CO2 entro il 2040